Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Zucchero: le proiezioni USDA per la nuova stagione



La Redazione Articolo pubblicato il 23/11/2022 12:00:00
Nella giornata di ieri l’USDA (il Dipartimento per l’Agricoltura degli Stati Uniti) ha rilasciato il tradizionale report biennale dove rende note le previsioni relative alla produzione e le esportazioni di zucchero

 

Nella giornata di ieri l’USDA (il Dipartimento per l’Agricoltura degli Stati Uniti) ha rilasciato il tradizionale report biennale dove rende note le previsioni relative alla produzione e le esportazioni di zucchero.

In relazione alla produzione, le attese sono per un aumento dell’output globale di dolcificante pari a 2,8 milioni di tonnellate ad un totale di 183,2 milioni di tonnellate, con la produzione in aumento di Brasile, Cina e Russia che compenserà ampiamente il calo atteso in UE, India ed Ucraina.  Previsti in crescita a nuovi record i consumi grazie alla crescita in mercati come Cina, Indonesia e Russia e attese in aumento anche le esportazioni, con la contrazione delle spedizioni indiane che sarà compensata dall’incremento in Brasile e Thailandia.  Le scorte sono stimate in calo poiché la crescita del consumo globale supera l'aumento della produzione.

 

USA

La produzione statunitense è stimata in 8,2 milioni di tonnellate, sostanzialmente invariata rispetto alla stagione precedente; stabili i consumi e scorte in calo a seguito della produzione invariata e del calo delle importazioni, con queste ultime che sono attese in contrazione del 6% a 3,1 milioni di tonnellate.

 

Brasile

La produzione brasiliana è attesa in aumento di 2,6 milioni di tonnellate ad un totale di 38,1 milioni di tonnellate, una variazione imputabile ad una maggior resa delle piantagioni di canna da zucchero a sua volta conseguente a condizioni meteo favorevoli.  L’area di raccolta (della canna) è attesa in calo poiché le aree marginali della canna da zucchero passano alla soia e al mais. Il mix di produzione di zucchero/etanolo dovrebbe rimanere invariato rispetto alla stagione precedente al 45% di zucchero e al 55% di etanolo poiché è probabile che i produttori continuino a concentrarsi sulla produzione di zucchero.  Non sono attese variazioni di rilievo nei consumi, mentre si prevede che le esportazioni aumenteranno con maggiori forniture esportabili; si stima che le scorte raddoppieranno con l'aumento della produzione.

Unione Europea

La produzione dell'Unione europea è stimata in calo di 329000 tonnellate a 16,2 milioni poiché gli agricoltori hanno ridotto le piantagioni di barbabietola da zucchero a favore di colture più redditizie come mais e girasole. I consumi ed importazioni sono attesi invariati mentre esportazioni e scorte si riducono con le minori forniture disponibili.

 

India

Si stima che la produzione indiana diminuirà del 3% a 35,8 milioni di tonnellate grazie alla minore resa di zucchero della canna da zucchero. Si prevede che i consumi rimarranno invariati mentre le importazioni rimbalzeranno. Le esportazioni dovrebbero diminuire del 20% dopo le esportazioni record dell'anno prima, ma rimangono le seconde più alte di sempre. Le scorte sono stimate in calo a causa del calo delle scorte dell'anno scorso e della riduzione della produzione.

 

Thailandia

Le previsioni USDA indicano un aumento della produzione di zucchero della Thailandia a 10,5 milioni di tonnellate (+343000 tonnellate) e si prevede un aumento dei consumi in linea con la prevista ripresa economica. Il miglioramento dell'attività commerciale e il previsto ritorno dei turisti stranieri contribuiranno a rilanciare il settore alberghiero e dei servizi di ristorazione dalla recessione indotta dalla pandemia. Si prevede un aumento delle esportazioni a causa di maggiori forniture esportabili, mentre le scorte dovrebbero diminuire drasticamente a seguito delle forti esportazioni.

 

Cina

La produzione di zucchero della Cina è attesa in aumento di 400000 tonnellate ad un totale di 10 milioni di tonnellate, una variazione resa possibile dall’aumento produzione di zucchero di canna e barbabietola. Si stima che il consumo aumenterà partendo dal presupposto che le restrizioni legate al COVID si allentino. Le importazioni sono in calo poiché gli alti prezzi mondiali dello zucchero incoraggiano il ritiro delle scorte.

 

Indonesia

La produzione dell'Indonesia è stimata in aumento del 4% a 2,4 milioni di tonnellate a causa della maggiore superficie e delle maggiori rese di canna da zucchero derivanti da piogge favorevoli. Si prevede che il consumo aumenterà principalmente a causa dell'aumento della domanda di zuccher o da parte dell'industria alimentare e delle bevande in crescita e della crescita della popolazione.

 

Russia

Si prevede che la produzione russa aumenterà di mezzo milione di tonnellate ad un totale di 6,5 milioni di tonnellate a seguito di una resa più elevata.  Consumo, esportazioni e scorte aumentano mentre le importazioni si riducono con l'aumento delle forniture.

 

Fonte USDA

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli