Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Speciale Platino: pronti al surplus!



La Redazione Articolo pubblicato il 17/09/2021 12:00:00
Sebbene il platino stia lottando per attirare l'attenzione sul mercato, Raymond ha affermato che gli investitori non possono scartare l'impatto che la transizione verso l'energia verde avrà sul metallo prezioso

 

I prezzi del platino stanno affrontando una significativa pressione ribassista e, secondo l'ultimo rapporto trimestrale del World Platinum Investment Council (WPIC), sebbene la domanda sia aumentata, il metallo prezioso sta assistendo a un aumento dell'offerta poiché le miniere e un importante raffinatore in Sud Africa stanno tornando a portare il metallo a mercato molto velocemente.  Nel suo rapporto per il secondo trimestre, il WPIC ha affermato che il mercato del platino, nel 2021, sarà oggetto di un modesto surplus in quanto le miniere stanno operando al 97% della capacità totale: nel dettaglio il surplus del secondo trimestre è stimato in 161000 once che, entro la fine dell’anno, potrebbero diventare 190000.

Trevor Raymond, direttore della ricerca presso il WPIC, ha spiegato che l'anno scorso il mercato del platino è stato pesantemente sotto fornito dopo che la raffineria di PGM di Anglo American in Sud Africa è andata offline, tuttavia, quest'anno la società è stata in grado di elaborare più scorte in eccesso del previsto, determinando un aumento dell'offerta delle miniere del 17%.

Il volume di metallo in arrivo dalle miniere, tuttavia, non sarà ancora a livelli ottimali e questo anche a fronte del succitato surplus: “Nei prossimi due anni, è probabile che dovremo affrontare più deficit che surplus mentre la produzione rallenta” (T. Raymond).

Grafico Platino by Tradingview

Raymond ha anche notato che l'aumento dell'offerta non dovrebbe togliere la forza dalla forte domanda che caratterizza il mercato del platino in questo momento; il WPIC ha affermato che la domanda globale di platino è aumentata di 352000 once nel secondo trimestre, con un incremento del 23% rispetto allo scorso anno.  Raymond ha affermato che, sebbene la domanda fisica continui a risentire del COVID-19, il mercato sta iniziando a bilanciarsi.

Guardando all'intero anno, il WPIC prevede una domanda di platino pari a 7,75 milioni di once, ovvero l’1% in più rispetto al 2020 con l’industria automobilistica a guidare la richiesta con un incremento del 75% (285000 once) nel secondo trimestre, una domanda che, in condizioni di mercato più favorevoli, sarebbe potuta essere ancor superiore.

Al di fuori del settore automobilistico, il rapporto afferma che la domanda industriale è aumentata di 188000 once o del 46% ed ha superato i livelli pre-pandemia.

Mentre la domanda industriale e automobilistica è aumentata, il mercato del platino ha faticato ad attrarre nuovi investitori. Il WPIC ha affermato che la domanda di gioielli è aumentata di 73000 once (+19%), nel secondo trimestre, con il mercato europeo e quello nordamericano a guidare la crescita; pesante (-25%) il calo della domanda a di settore registrato nel mercato asiatico.

Sebbene il platino stia lottando per attirare l'attenzione sul mercato, Raymond ha affermato che gli investitori non possono scartare l'impatto che la transizione verso l'energia verde avrà sul metallo prezioso.

 

Fonte KitcoNews

 


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli