Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Shell: il Petrolio è qui e non andrà da nessuna parte
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 13/03/2018 11:25:32
Siete preoccupati per la rapida espansione delle autovetture elettriche? Per il sempre più diffuso utilizzo di energie pulite? State tranquilli: il Petrolio è qui e ci rimarrà ancora a lungo…

 

Il settore dell’industria pesante: questo, secondo R.D. Shell, è il futuro del Petrolio e poco importa se il mondo intero tende a sfruttare sempre più le cosiddette energie pulite!

Il Petrolio è qui e non andrà da nessuna parte, sembra volerci spiegare Mark Quartermain (nell’immagine a seguire), alto dirigente di R.D. Shell che sottolinea come alcuni rami dell’industria non potranno mai fare a meno degli idrocarburi: questi sono utilizzati per generare temperature elevate, per innescare reazioni chimiche e l’industria del ferro, dell’acciaio della plastica non potrà utilizzare altre forme di energia, o meglio, potrebbe, ma a costi improponibili.

Mark Quartermain  ha espresso il suo parere durante l’S&P Global Platts’ annual Asian Refining Summit ed ha spiegato come un crescente numero di ricerche stia proponendo al mercato un quadro fondamentalmente ribassista per il Petrolio, un quadro che dovrebbe divenire realtà tra circa 20 anni a seguito di una rapida espansione delle vetture elettriche capace stimolare un picco di domanda di greggio entro il 2030 (in questo caso il riferimento va alla recente analisi condotta da Bank of America e BP): una prospettiva di questo tipo sarebbe senz’altro in grado di intimorire gli investitori istituzionali attivi nel settore energy, senza contare che la IEA ritiene che il picco di richiesta da parte delle autovetture alimentate tramite carburante tradizionale vedrà raggiungere il suo picco entro il 2020.

Le voci fuori coro, di certo non mancano, e molti osservatori sostengono che il Petrolio è qui e non andrà da nessuna parte e questo anche a fronte dell’espansione delle autovetture elettriche.

 

A seguire - Non facciamo gli struzzi

SalvaSalva



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio, Shell: 100 dollari non sono meglio di 60!
Materie Prime
La Redazione 02/02/2018 18:00:47
Il barile di Petrolio deve costare tanto per guadagnare bene? Shell ... leggi tutto
Petrolio. CERAWeek, Shell: puntiamo tutto sullo Shale Oil
Materie Prime
La Redazione 09/03/2018 14:00:34
I vertici di Royal Dutch Shell non hanno dubbi: si punta ... leggi tutto
Petrolio, Shell: in Nigeria continua la forza maggiore
Materie Prime
La Redazione 22/05/2018 19:00:03
Le esportazioni di Bonny Light nigeriano di Shell continuano ad essere ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli