Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Se il mercato dell’energia è nel caos la scelta è solo una: la Russia!



La Redazione Articolo pubblicato il 11/10/2021 12:00:00
JPMorgan Chase & Co. ha rafforzato la sua posizione sul Russian Depositary Index in quanto rimane rialzista sulle materie prime e sulle scommesse legate al petrolio fino a fine anno

 

L'aumento dei prezzi dell'energia sta alimentando scommesse rialziste sugli esportatori dei paesi in via di sviluppo, con la Russia che emerge come destinazione di investimento preferita dai trader.

Il rublo russo ha guadagnato più di qualsiasi altra valuta dei mercati emergenti questo mese, sostenuto dalla prospettiva di maggiori entrate derivanti dal settore petrolifero in un contesto che vede gli investitori focalizzarsi sempre più sull’operato della OPEC+, di cui la Russia fa parte, in termini di gestione del mercato dell’oro nero.

Quanto sta accadendo segna un brusco cambio di passo per gli investitori dei mercati emergenti che hanno trascorso le ultime settimane a preoccuparsi alternativamente della minaccia di insolvenze a cascata dovute alla crisi cinese di Evergrande e della prospettiva incombente di una politica più restrittiva da parte della Federal Reserve.

"I prezzi dell'energia rimarranno elevati e le aziende dei paesi esportatori di materie prime beneficeranno della stretta globale nell'offerta di materie prime legate all’energia - spiega Ali Akay, chief investment officer presso Carrhae Capital - e la situazione dovrebbe continuare a rivalutare gli esportatori di energia e materiali”.

 

Russia

Le turbolenze nel mercato dell'energia hanno messo in luce lo status della Russia come superpotenza petrolifera e del gas e, inoltre, non dobbiamo dimenticare che Mosca dispone di oltre 600 miliardi di dollari di riserve, un onere del debito invidiabilmente basso e sta spingendo con rialzi dei tassi per domare l’inflazione.

Uno sguardo agli incrementi degli utili per la Russia rispetto ad altri mercati emergenti illustra la divergenza, con le proiezioni sugli utili a dodici mesi per le azioni quotate a Mosca sono aumentate del 14% dalla seconda metà dell'anno. In confronto, le previsioni di profitto per le aziende in Arabia Saudita sono aumentate del 6,7%, sono poco cambiate in Asia e sono diminuite in America Latina.

JPMorgan Chase & Co. ha rafforzato la sua posizione sul Russian Depositary Index in quanto rimane rialzista sulle materie prime e sulle scommesse legate al petrolio fino a fine anno: "I prezzi del petrolio più alti porteranno a guadagni e dividendi più alti nei titoli energetici, che rappresentano il 59% dell’indice - spiega JPMorgan Chase & Co. - e guideranno un rublo più forte che a sua volta spingerà i titoli nazionali, un altro 25% dell’indice”. 

 

Fonte Bloomberg


Potrebbero interessarti anche...
Frumento: le misteriose offerte che potrebbero devastare una nazione
Materie Prime
La Redazione 21/01/2021 09:00:00
Una cosa, tuttavia, è più che certa: il grano non è ... leggi tutto
Metalli di base, speciale Stagno: il deficit è enorme
Materie Prime
La Redazione 24/02/2021 18:00:00
“Fare previsioni è difficile, ma se i prezzi continueranno a salire ... leggi tutto
Argento: è pronto per essere il nuovo Re delle Commodities
Materie Prime
La Redazione 19/02/2021 12:00:00
“In queste condizioni - continua LaForge - hai un periodo di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli