Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Rame in stallo: la domanda preoccupa gli investitori



La Redazione Articolo pubblicato il 16/06/2021 12:00:00
"Le vendite di alluminio e zinco sono notevolmente più probabili rispetto al rame - spiegano gli analisti di Citigroup - poiché la Cina è a corto di rame e il mercato del rame raffinato non è attualmente ristretto”.

 

I prezzi del rame stanno affrontando una fase, se non di debolezza, sicuramente di stallo, e questo a causa delle notizie in arrivo dalla Cina che vedono i principali consumatori in loco in azione al fine di frenare ulteriori aumenti dei prezzi dei metalli industriali: la situazione attuale lascia intendere che i prezzi non siano in linea con i fondamentali con il prezzo di riferimento presso il London Metal Exchange che scambia a ridosso dei 9960 dollari per tonnellata.

I prezzi del metallo, spesso utilizzato come indicatore dell'attività manifatturiera, sono diminuiti di quasi l'8% da quando, a maggio, ha raggiunto il record di 10747,50 dollari a tonnellata (nell'ultima settimana i prezzi del rame hanno scambiato per lo più tra 9800 e 10000 dollari per tonnellata).

“La grande riapertura delle economie a seguito delle vaccinazioni e la teoria sulla reflazione sono state valutate eccessivamente - spiega Carsten Menke, analista presso Julius Baer - ed ora il mercato sta assumendo una visione più sobria dei fondamentali del prodotto e, allo stesso tempo, le autorità cinesi affermano che reprimeranno la speculazione sui mercati delle materie prime”.

Ulteriori indicazioni sulla domanda cinese di metalli di base giungeranno mercato nel corso di questa settimana insieme ai dati sulla produzione industriale di maggio ed il consensus prevede un rallentamento delle attività.

La Cina prevede di rilasciare riserve statali di metalli non ferrosi tra cui rame, alluminio e zinco in un programma che durerà fino alla fine del 2021 (fonte Shanghai Metal Exchange): "Le vendite di alluminio e zinco sono notevolmente più probabili rispetto al rame - spiegano gli analisti di Citigroup - poiché la Cina è a corto di rame e il mercato del rame raffinato non è attualmente ristretto”.

Il governo cinese, la scorsa settimana, ha rinnovato il suo impegno a intensificare il monitoraggio dei prezzi delle materie prime, poiché l'inflazione dei produttori interni ha raggiunto il livello più alto in oltre 12 anni.

I magazzini LME detengono scorte di rame per oltre 138000 tonnellate in crescita del 24% circa rispetto a metà maggio e questo attenua i timori relativi ad una possibile carenza di offerta.

 

Fonte KitcoNews

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli