Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Questo metallo ha dato un pugno in faccia al Palladio!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 14/01/2020 12:00:00
Il palladio ha iniziato l’anno con il botto? Sicuramente si, ma un altro metallo letteralmente eclissa la sua performance e lascia tutti gli altri componenti del comparto nella polvere…

 

Il palladio ha iniziato l’anno con il botto? Sicuramente si, ma un altro metallo letteralmente eclissa la sua performance e lascia tutti gli altri componenti del comparto nella polvere… Stiamo parlando del rodio, che in questi primi giorni del 2020 ha visto il suo prezzo aumentare del 32% attestandosi ai livelli più elevati dal 2008 ad oggi grazie al sostegno di norme ambientali sempre più severe che hanno portato gli investitori a scommettere su un ulteriore allungo dei prezzi.

Negli ultimi quattro anni il prezzo del rodio è aumentato di 12 volte grazie alla forte richiesta in arrivo dal settore automobilistico, e questo ha portato il metallo a sovraperformare qualsiasi altra materia prima.  

Come il palladio, il rodio è un sottoprodotto del platino e del nickel, ma scambia in un mercato decisamente più ristretto, ragion per cui le oscillazioni di prezzo risultano decisamente più intense in occasione di variazioni significative del bilancio di domanda ed offerta.

“La volatilità a cui sono soggetti i prezzi del rodio è semplicemente folle”: questo il commento di Anton Berlin, responsabile analisi di mercato presso la russa Norilsk Nickel, società che pesa per circa il 10% della produzione globale di rodio. 

 

I prezzi

Il prezzo del rodio si attestava a quota 7975 dollari per oncia al termine della passata ottava, ed il rialzo, stando a quanto affermano alcuni analisti di settore, è stato sostenuto anche dalla situazione in Medio Oriente, che ha indotto molti investitori a considerare il rodio alla stregua di un bene rifugio.

“All’inizio di gennaio il principale driver di mercato era costituito dalla forte domanda fisica in arrivo dall’Asia - spiega Andreas Daniel, trader presso Heraeus Holding - e questa domanda potrebbe giungere dal settore automobilistico. I forti acquisti, in un mercato non regolamentato, hanno avuto un impatto enorme…”.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Oro: il vero prezzo è questo!
Materie Prime
La Redazione 14/05/2020 10:00:00
“Le vendite di gioielli sono ai minimi storici, con le importazioni ... leggi tutto
Petrolio, OPEC: questo trimestre sarà un disastro
Materie Prime
La Redazione 18/05/2020 05:00:00
"I rapidi adeguamenti dell'offerta nell'affrontare l'attuale acuto squilibrio nel mercato petrolifero ... leggi tutto
Warren Buffett. È tempo di abbandonare questo settore: va a fondo!
Materie Prime
La Redazione 03/02/2020 12:00:00
Un settore difeso a lungo ed ora abbandonato: Warren Buffett ha ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli