Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Questo è l’unico fattore in grado di fermare la corsa del Palladio
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 17/02/2020 15:00:00
Le operazioni sospese potrebbero creare una sorta di collo di bottiglia a breve termine, ed un calo della richiesta di palladio...

 

Le vendite di autovetture in Cina hanno subito un fortissimo calo nel mese di gennaio (-22%) e questo è un elemento in grado di interrompere la folle corsa del palladio che, come ben sappiamo, è utilizzato nella costruzione dei dispositivi atti a ridurre le emissioni dannose. delle automobili.

Nel 2019 i prezzi del palladio sono aumentati del 59% proprio sulla scia dell’esacerbarsi delle misure atte a ridurre l’inquinamento ambientale implementate in Cina (un intervento che dovrebbe aumentare la richiesta di questo metallo), ma ora il sentiment rialzista sta vacillando, una situazione ben visibile nel posizionamento degli hedge funds, che hanno ridotto le posizioni long sul palladio ai livelli più bassi in otto mesi.

Nella giornata di giovedì la China Passenger Car Association ha previsto un peggioramento della situazione, affermando che le vendite potrebbero subire una contrazione superiore al 30% nel mese di febbraio: il diffondersi del coronavirus ha infatti interrotto la catena di approvvigionamento globale, con alcune case automobilistiche (Nissan e Hyundai) costrette a bloccare alcune operazioni nei rispettivi paesi a causa delle difficoltà riscontrate nell’approvvigionamento di ricambi.

“Le operazioni sospese potrebbero creare una sorta di collo di bottiglia a breve termine, ed un calo della richiesta di palladio: quello che ora dobbiamo capire è come saranno influenzate, nei mesi a venire, le vendite di auto” (Suki Cooper, analista presso Standard Chartered Bank).

I prezzi del palladio, come si evince dal grafico a seguire, hanno terminato la passata ottava a 2316,7 dollari per oncia.

Grafico Palladio by Tradingview

Citigroup prevede che, a breve termine, i prezzi del palladio siano in grado di cedere terreno sino a raggiungere i 2100 dollari per oncia, anche se, nel caso di un peggioramento marcato della situazione, gli analisti dell’istituto di credito non escludono un calo fino a 1600 dollari.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Oro: il vero prezzo è questo!
Materie Prime
La Redazione 14/05/2020 10:00:00
“Le vendite di gioielli sono ai minimi storici, con le importazioni ... leggi tutto
Petrolio, OPEC: questo trimestre sarà un disastro
Materie Prime
La Redazione 18/05/2020 05:00:00
"I rapidi adeguamenti dell'offerta nell'affrontare l'attuale acuto squilibrio nel mercato petrolifero ... leggi tutto
Warren Buffett. È tempo di abbandonare questo settore: va a fondo!
Materie Prime
La Redazione 03/02/2020 12:00:00
Un settore difeso a lungo ed ora abbandonato: Warren Buffett ha ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli