Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio, traders ed opzioni: la scommessa è sui 100 dollari per barile
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 13/05/2019 04:30:47
Il mercato petrolifero si fa sempre più rischioso, ma i traders non hanno dubbi e scommettono sui 100 dollari per barile. Come? Con le opzioni!

 

Escalation della tensione in Medio Oriente tra Stati Uniti ed Iran, Venezuela sull’orlo del baratro - o forse anche un po’ più in la dell’orlo… - questi gli elementi che hanno indotto più di un operatore di settore a prepararsi ad un’impennata dei prezzi del Petrolio indotta dal costante aumento del rischio geopolitico.

Il volume negoziato delle opzioni che mirano ad un barile a 110 dollari ha letteralmente preso il volo nelle ultime due settimane con 45 milioni di barili scambiati nelle ultime 9 settimane in opzioni call aventi strike price a 90, 100 e 110 dollari per barile.

L’investimento in opzioni non è assolutamente riservato ai soli professionisti ed anche tu puoi trarre un ottimo profitto tramite queste operazioni sfruttando il metodo di Giancarlo Dall’Aglio: non attendere oltre e clicca su questo link per avere maggiori informazioni.

L’aumento dei volumi sulle opzioni citate appena sopra avviene in un contesto di mercato connotato da significativi timori in merito a possibili interruzioni di fornitura, con le sanzioni USA che penalizzano fortemente Iran e Venezuela e con l’invio, sempre da parte degli Stati Uniti, di una portaerei in Medio Oriente come forma di avvertimento a Teheran.

Questi elementi, insieme ad altre turbolenze in seno ai produttori OPEC, hanno indotto molti operatori di settore a prevedere un’impennata nel prezzo del barile.

 

Grafico WTI by Tradingview

“Il rischio geopolitico si traduce in un buon rapporto rischio / rendimento per lavorare in questo momento di mercato”: questo il commento rilasciato da Thibaut Remoundos, fondatore della londinese Commodities Trading Corp, che sottolinea come, nelle attuali condizioni, sia difficile prevedere un altro tipo di contesto di prezzo.

Il mercato delle opzioni non è nuovo ad eventi come quelli appena descritti: la stessa situazione si verificò a settembre, ma poi la retorica del presidente Trump innescò un brusco crollo delle quotazioni che favorì i venditori di opzioni consentendo loro di intascare grandi guadagni.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Marsiglia, FederPetroli Italia: il Petrolio? È di chi lo ha, non di chi lo gestisce!
Redazionale
La Redazione 08/07/2019 08:00:05
Un nuovo intervento del presidente di FederPetroli Italia, che ci spiega ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli