Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: la strategia che non conviene a nessuno
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 11/07/2019 05:00:47
Parlando di Petrolio i produttori hanno una ampia gamma di strategie da utilizzare, ma questa no! Questa non conviene a nessuno! Di cosa stiamo parlando? Scoprilo in questo articolo…

 

Tra metà maggio e metà giugno sei petroliere sono state attaccate appena al di fuori dello stretto di Hormuz, la scorsa settimana i Royal Marines inglesi hanno assaltato e sequestrato una petroliera nei pressi di Gibilterra impedendo ad un carico di greggio iraniano di raggiungere la Siria, ed ora Teheran si dice pronta a ricambiare la cortesia costringendo la British Petroleum a proteggere i vascelli nel Golfo Persico, i costi assicurativi sono schizzati alle stelle e gli armatori evitano di rifornirsi di carburante in aree cruciali per il settore… Se c’è una cosa che balza agli occhi è che gli assalti alle petroliere stanno divenendo una realtà di estremo rilievo nell’innalzarsi delle tensioni in Medio Oriente, ma le potenze mondiali - insieme all’Iran - dovrebbero valutare molto bene le loro mosse prima di indurre una vera e propria escalation della tensione.

È ovvio: siamo ben lontani da un contesto anche solo vicino a quello della “guerra delle petroliere” degli anni ’80, quando vennero attaccati 451 vascelli, ma il rischio di un eccessivo innalzarsi della tensione è ben presente.

Se questo dovesse avvenire, tuttavia, non gioverebbe a nessuno e, soprattutto, metterebbe in serio pericolo le vite degli equipaggi in servizio sulle petroliere potenzialmente oggetto di attacco.  

In termini di mercato, un blocco del flusso di greggio attraverso l’arteria vitale costituita dallo stretto di Hormuz determinerebbe un drastico aumento del prezzo del barile che, sommato ai timori relativi alla domanda innescati dalla controversia commerciale tra USA e Cina, potrebbe determinare una vero e  proprio incremento dei rischi recessivi (anche solo il timore di una possibile interruzione prolungata dei flussi attraverso Hormuz potrebbe fornire un impulso in grado di scatenare una reazione di questo tipo).

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli