Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: l’Iraq ci dice il prezzo per il secondo semestre!



La Redazione Articolo pubblicato il 14/06/2021 18:00:00
Attualmente la OPEC+ ha ripristinato quasi il 40% della produzione di petrolio precedentemente trattenuta offline e, nella giornata del 1° luglio, i produttori della coalizione si riuniranno nuovamente per annunciare ai mercati il prosieguo della strategia.

 

L’Iraq, secondo maggior produttore di petrolio del Cartello, non ha dubbi: il prezzo del greggio, nel secondo semestre 2021, sarà compreso tra i 68 ed i 75 dollari per barile.

A parlare è il ministro del petrolio iracheno Ihsan Abdul Jabbar (nell’immagine a seguire), che spiega come la previsione sia stata formulata tenendo conto dei tagli alla produzione OPEC+ che si mostra sempre impegnata a sostenere il mercato petrolifero dopo la profonda crisi indotta dal coronavirus.

Nelle sue più recenti previsioni, la OPEC ha parlato di una domanda di petrolio in fase di rafforzamento nella seconda metà dell’anno e proprio a causa di tale indicazione il Gruppo si sta preparando a ripristinare parte della produzione trattenuta in precedenza.

Secondo le stime dei tecnici OPEC il consumo di petrolio aumenterà di circa 5 milioni di barili al giorno – o circa il 5% – nella seconda metà del 2021 e questo grazie al recupero delle economie dalla crisi generata dal Covid 19.

Attualmente la OPEC+ ha ripristinato quasi il 40% della produzione di petrolio precedentemente trattenuta offline e, nella giornata del 1° luglio, i produttori della coalizione si riuniranno nuovamente per annunciare ai mercati il prosieguo della strategia.

L'Iraq ha dichiarato che è in corso la valutazione dell'acquisto della partecipazione di Exxon Mobil Corp. in uno dei più grandi giacimenti; alla domanda sullo stato attuale della “questione Exxon, le autorità irachene hanno affermato che la nazione non si è ancora ritirata dal campo di West Qurna-1 poiché il paese sta ancora studiando l’alternativa.

 

Fonte Bloomberg

 


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli