Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: l’Iran apre i rubinetti. Ancora…



La Redazione Articolo pubblicato il 03/05/2021 18:00:00
Sino ad ora la OPEC+ non sembra essere particolarmente preoccupata per l’aumento della produzione di Teheran e proprio in quest’ottica il gruppo misto ha deciso di proseguire con la strategia attuale che prevede un graduale allentamento dei tagli alla produzione.

 

Nel mese di aprile la produzione di petrolio della OPEC è aumentata poiché l’Iran ha incrementato ulteriormente il suo output abbattendo in parte l’impatto dei tagli alla produzione implementati dalla OPEC+: questo è quanto afferma un recente sondaggio condotto da Reuters che si aggiunge alla schiera id dati in arrivo a mercato che indicano un aumento delle operazioni da parte di Teheran.

Secondo il sondaggio, la OPEC ha pompato 25,17 milioni di barili al giorno, ad aprile, in aumento di 100000 barili giornalieri rispetto al mese di marzo (la produzione è aumentata ogni mese da giugno 2020 ad eccezione di febbraio).

Le esportazioni di petrolio iraniane si mostrano in aumento proprio mentre si svolgono i colloqui per rilanciare l’accordo nucleare del 2015 che, se rinnovato, potrebbe condurre ad un aumento della fornitura di greggio in arrivo a mercato.

Sino ad ora la OPEC+ non sembra essere particolarmente preoccupata per l’aumento della produzione di Teheran e proprio in quest’ottica il gruppo misto ha deciso di proseguire con la strategia attuale che prevede un graduale allentamento dei tagli alla produzione.

Anche l’Arabia Saudita porrà gradualmente fine al taglio alla produzione volontario di circa un milione di barili giornalieri, una contrazione produttiva che ha consentito al tasso di conformità di raggiungere il 124% nel mese di marzo ed il 123% nel mese di aprile (Libia, Iran e Venezuela sono esentati dai tagli alla produzione in virtù della delicata situazione interna in cui versano).

Secondo il sondaggio la produzione di petrolio dell’Iran ammontava a 2,5 milioni di barili giornalieri, nel mese di aprile, ossia 200000 barili giornalieri in più rispetto al mese di marzo.

In lieve aumento si mostra anche la produzione di Algeria, Nigeria e Angola, mentre risulta stabile la produzione di Arabia Saudita, Kuwait ed Emirati Arabi Uniti; in marcato calo la produzione di Libia e Venezuela.

 

Fonte Reuters

 


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli