Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: in rialzo con la domanda USA



La Redazione Articolo pubblicato il 29/04/2021 15:00:00
Il forte calo delle forniture di distillati statunitensi arriva mentre la robusta domanda di merci guida un boom di autotrasporti, fornendo un altro segno della ripresa in corso nel più grande paese consumatore di petrolio del mondo.

 

Nella sessione di ieri il prezzo del petrolio è salito al livello più alto in un mese trainato da un mix costituito da scorte statunitensi in crescita nettamente inferiore a quanto previsto martedì sera dall’API e dai segnali di una domanda particolarmente intensa in grado di stimolare il consumo globale.

I futures hanno terminato gli scambi della sessione di mercoledì 28 aprile a quota 63,75 dollari per barile dopo un massimo intraday a 64,5 dollari; il report settimanale della Energy Information Administration ha mostrato che, complessivamente, le scorte di prodotti petroliferi statunitensi sono diminuite grazie al maggior calo delle scorte di distillati dall’inizio di marzo ad oggi e, nel frattempo, Goldman Sachs ha reso noto che le previsioni indicano un balzo della domanda globale senza precedenti grazie al procedere della diffusione dei vaccini contro il covid 19.

“La domanda è decisamente solida - spiega Matt Sallee, portfolio manager presso Tortoise - la crisi dell’India legata al coronavirus è chiaramente un ostacolo, ma se guardiamo agli USA è una storia completamente diversa”.

Il forte calo delle forniture di distillati statunitensi arriva mentre la robusta domanda di merci guida un boom di autotrasporti, fornendo un altro segno della ripresa in corso nel più grande paese consumatore di petrolio del mondo. Allo stesso tempo, i prezzi al dettaglio della benzina in California sono saliti a 4 dollari al gallone per la prima volta in un anno e mezzo, proprio nel bel mezzo dell’allentamento delle restrizioni nello stato più popoloso degli Stati Uniti, tuttavia, una recrudescenza della pandemia in paesi come l'India e il Brasile sta sollevando preoccupazioni su quanto tempo ci vorrà per vedere un vero e proprio rimbalzo della domanda prendere piede in tutto il mondo.

Il rapporto della Energy Information Administration ha anche mostrato che le scorte di greggio statunitensi sono aumentate di 90.000 barili la scorsa settimana, un incremento inferiore ai 4,32 milioni di barili indicati martedì dall'American Petroleum Institute; in crescita per la quarta settimana consecutiva le scorte di benzina.

Ad indicare un mercato poco fornito è il benchmark di Dubai, passato in lieve backwardation anche se alcune società di settore prevedono un calo del consumo in India a causa del protrarsi della pandemia: tale calo dei consumi potrebbe condurre ad un surplus di 1,4 milioni di barili giornalieri nel mese di maggio.

 

Fonte e grafico Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli