Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: aumenta il prezzo in Europa. Tutta colpa della Russia…
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 24/06/2020 18:00:00
“Il mercato sembra essere in piena fase di recupero: i tagli alla produzione dei principali produttori ed un lieve aumento della richiesta sono proprio quello di cui il mercato ha bisogno per ridurre lo stoccaggio ed avvicinarsi ad un riequilibrio” (Eugene Lindell, analista senior presso JBC Energy).

 

I prezzi del greggio fisico stanno aumentando, in Europa? La risposta è si, e se vogliamo capire il perché dobbiamo guardare ad est, verso Mosca…

La Russia, tra i maggiori produttori mondiali di petrolio, sta riducendo le sue esportazioni a ridosso di minimi pluriennali, e questo ha contribuito ad aumentare la domanda di altri gradi europei e, recentemente, ha aumentato il valore di questi gradi nel mercato del petrolio fisico.

Complessivamente, le spedizioni di greggio degli Urali dai terminal russi nel Mar Baltico e nel Mar Nero previste per i primi 10 giorni di luglio, sono quantificate in circa 880000 barili giornalieri, spiegano gli analisti di Bloomberg, e se tali volumi dovessero essere mantenuti per la rimanente parte del mese, allora ci troveremo di fronte ai volumi più bassi dal 2008.

La riduzione dei volumi esportati si presenta a mercato mentre la Russia riduce l’offerta di greggio al fine di onorare gli impegni presi in tal senso con la OPEC+: Mosca, come ben sappiamo, si è impegnata a ridurre l’output di oro nero al fine di drenare l’eccesso di offerta globale in un contesto complessivo che vede la richiesta di greggio debole a causa della pandemia di coronavirus.

 

Continua nella pagina successiva


Investendo sss
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli