Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio : prove di rialzo



Davide Spinelli Articolo pubblicato il 18/05/2014 10:55:04


Il petrolio tenta un nuovo rialzo favorito da una configurazione grafica che potrebbe riportare i prezzi del suo ETF (USO) al di sopra dei 39 dollari.

Esattamente un mese fa avevo intravisto nella mia analisi sul greggio, come, in base ai Ratio di Fibonacci e alle Onde di Elliott, uno storno delle quotazioni nell'immediato, avrebbe poi favorito un rialzo che poteva trasformarsi da rimbalzo ad un vero importante impulso rialzista.
Il titolo si trovava in quei giorni a ridosso di una importante resistenza di Fibonacci in area 37,50 ed esattamente il 16 aprile chiudeva a 37,81 per poi ripiegare mestamente anche oltre al livello da me previsto ed indicato il 26 aprile.
Indicai in quella data, come l'area 36,50 fosse un buon supporto possibile, in considerazione che era il livello del penultimo top di periodo (28 marzo), a patto di una chiusura giornaliera non inferiore a 36,50.
Dichiarai altresì, in fondo all'articolo, che se tale livello non avesse tenuto, l'ultimo supporto disponibile all'USO, per rimanere in fase di possibile ed auspicabile ripartenza, era 35,85 dove trovavamo una APP di Fibonacci molto interessante.
E' successo che, dopo un tentativo di rimbalzo da quota 36,50 (con una giornata da +3% nell'apertura), il petrolio ha ceduto con decisione il livello suindicato, e, nell'arco di una decina di giorni, è andato vicinissimo a testare l'ultimo supporto disponibile fermandosi a quota 35,96 il 5 maggio, solo 10 tick sopra alla APP di Fibonacci.

Andiamo ora a vedere la situazione di lungo periodo nel grafico settimanale


Uso weekly
Troviamo qui un bel movimento di consolidamento in area di ritracciamento del 50%, con le quote odierne sopra ai 37,00, ma soprattutto vediamo con che precisione sublime ha testato ed è rimbalzata dal ritracciamento dello 0,382 a quota 35,40.

Questa è una vera indicazione di tenuta del trend rialzista di medio periodo ed, inoltre, troviamo l'indicatore che proprio in questi giorni sta segnalando il possibile inizio di un duraturo rialzo di medio periodo. Già qui possiamo notare come un superamento di quota 37,35 in prima battuta (Ret 50%) e 37,81 in seconda e definitiva prospettiva (ultimo max di periodo) aprirebbe un varco molto ampio al rialzo che vedrebbe come target iniziale il max precedente del 6 settembre 2013 a quota 39,54 e su tale area il Ret del 0.618 che rimane, a mio avviso, di gran lunga il Ratio number one di Fibonacci.

Tutto questo ci viene confermato anche dallo studio effettuato sul breve periodo utilizzando il grafico giornaliero.


Uso daily

Qui vediamo, nel dettaglio, come si sia verificato tutto quanto specificato in apertura di commento. Storno del 5 maggio in area 36 e ripartenza del movimento fino a lambire la prima resistenza importante in area 37,50.

Sarà il movimento dei prossimi giorni a farci capire se si consoliderà questo trend rialzista già previsto da me da tempo, o se alla resistenza di area 37,50 ci troveremo a lateralizzare ancora per un bel pò di giorni se non di settimane. Ad onor del vero, nel brevisssimo non escluderei un salutare storno con test di chiusura alla stessa quota che era a me tanto cara nell'ultimo articolo (36,60/36,50), perchè ci darebbe la conferma di un pullback rialzista con gli indicatori di breve raffreddati dall'ipercomprato odierno.
Prendendo anche in considerazione le sole chiusure giornaliere per valutare il movimento con le Onde di Elliott.

 Uso Elliot

Ci ritroviamo in una correzione complessa lateral-rialzista che, anche in questo caso, avrebbe ancora la potenzialità di farci vedere una o più onde di rialzo per confermare la figura.

Concludendo, quindi, direi che possiamo monitorare quota 36,62 al ribasso da dove potremmo avere lo scatto decisivo per infrangere le resistenze di area 37,50/37,80 e portarci velocemente verso area 38,80 in primis e 39,50 come target ottimale.

Qualora questo storno non ci fosse, i corsi potrebbere proseguire direttamente verso 37,80 ed oltre.
Area 36,00 rimane ancora una volta lo stoploss ideale per non rimanere invischiati in una delicata discesa che negherebbe tutto il quadro positivo fino ad ora esaminato.



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio, OPEC: nel 2021 una missione molto delicata
Materie Prime
La Redazione 04/01/2021 08:00:00
“L’OPEC, probabilmente, potrebbe aumentare di nuovo la produzione, a febbraio, ma ... leggi tutto
Petrolio: Joe Biden è pronto ad iniziare la rottamazione
Materie Prime
La Redazione 20/01/2021 09:00:00
“Calmiamoci un attimo ed osserviamo quante cose sono cambiate da quando ... leggi tutto
Petrolio, gli Emirati minacciano gli USA: non aumentate la produzione o i prezzi scenderanno!
Materie Prime
La Redazione 14/01/2021 09:00:00
Nell’immediato, spiega il ministro degli Emirati, la capacità del mercato di ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli