Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Palladio e Platino: questo è quello che ci attende!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 29/01/2020 18:00:00
Palladio e Platino: come evolveranno i prezzi? quanto durerà la corsa del Palladio? Sono davvero molte domande, e qualcuno ha già provato a rispondere…

 

In media, nel 2020, il palladio costerà il doppio del platino: questo divario è destinato ad attenuarsi, ma per osservare questa contrazione dovremo attendere il 2021.

A fornire tale previsione è un gruppo di operatori di settore interpellati da Reuters che sottolineano come il palladio cederà terreo a fronte di un aumento dei prezzi del platino (i metalli in oggetto sono entrambi utilizzati dall’industria automobilistica nella costruzione di dispositivi anti inquinamento).

Il palladio è stato a lungo più economico del platino, ma l’offerta costantemente ridotta ha innescato un aumento dei prezzi del 400% dal 2016 ad oggi, mentre il mercato del platino, contraddistinto al contrario da una fornitura adeguata, ha fatto fatica a registrare un significativo aumento delle quotazioni dopo che queste hanno lambito i livelli più bassi in 10 anni.

Nel mese di gennaio il prezzo spot del palladio è salito al di sopra dei 2500 dollari per oncia grazie ad un importante calo della produzione in arrivo dal Sudafrica determinato da frequenti interruzioni nella fornitura di corrente elettrica.

La previsione media sul palladio del sondaggio Reuters prevede un calo a 2000 dollari nel corso del 2020 ed a 1700 dollari nel 2021 (previsione fornita da un gruppo di 26 analisti).

Per il platino (prezzo spot) la stima media è di 948 dollari per oncia nel corso del 2020 e di 1013 dollari per oncia nel corso del 2021 (prezzo spot).

Se la stima sul platino si rivelasse esatta saremmo di fronte ai primi due aumenti di prezzo annui (valore medio) dal 2011 ad oggi.  I produttori di automobili utilizzano il platino principalmente per la costruzione di dispositivi anti inquinamento destinati ai motori diesel, e questo potrebbe essere un problema, in quanto le vetture diesel si trovano in un momento contraddistinto da domanda ridotta, al pari di quanto accade nel settore della gioielleria.

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Questo metallo ha dato un pugno in faccia al Palladio!
Materie Prime
La Redazione 14/01/2020 12:00:00
Il palladio ha iniziato l’anno con il botto? Sicuramente si, ma ... leggi tutto
Questo è l’unico fattore in grado di fermare la corsa del Palladio
Materie Prime
La Redazione 17/02/2020 15:00:00
Le operazioni sospese potrebbero creare una sorta di collo di bottiglia ... leggi tutto
Palladio: e se fosse surplus?
Materie Prime
La Redazione 24/04/2020 15:00:00
“La maggior parte degli analisti indica un mercato del palladio in ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli