Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro: le reazioni alla Fed



La Redazione Articolo pubblicato il 16/06/2022 12:00:00
Sebbene la Federal Reserve segnali un ulteriore inasprimento della politica monetaria aggressiva, ha abbassato le sue previsioni di crescita per quest'anno e il 2023 e ha alzato le sue prospettive di inflazione

 

La sessione di oggi, 16 giugno 2022, si è aperta con un prezzo dell’oro in crescita dello 0,88% dopo che la Federal Reserve ha aumentato i tassi di interesse di 75 punti base segnalando ulteriori manovre aggressive nel corso dell’anno al fine di lenire la pressione derivante dall’inflazione.

I mercati hanno iniziato a scontare un aumento di 75 punti base due giorni fa e, con l'inflazione che ha raggiunto un nuovo massimo da 40 anni, la banca centrale statunitense ha rapidamente soddisfatto le aspettative del mercato: “Il Comitato cerca di raggiungere la massima occupazione e inflazione al tasso del 2 per cento nel lungo periodo. A sostegno di questi obiettivi, il Comitato ha deciso di aumentare l'intervallo obiettivo per il tasso sui fondi federali da 1-1/2 a 1-3 /4 per cento e prevede che i continui aumenti nell'intervallo target saranno appropriati - ha affermato la banca centrale nella sua dichiarazione - il Comitato è fortemente impegnato a riportare l'inflazione al suo obiettivo del 2 per cento”.

Grafico Oro by Tradingview

Insieme alla mossa di giugno, le proiezioni aggiornate della banca centrale mostrano che il Comitato vede il tasso sui fondi federali spingersi al 3,4% quest'anno. Le proiezioni dei tassi di interesse della Federal Reserve, note anche come dot plot, sono balzate rispetto alla previsione di marzo dell’1,9%.

Sebbene la Federal Reserve segnali un ulteriore inasprimento della politica monetaria aggressiva, ha abbassato le sue previsioni di crescita per quest'anno e il 2023 e ha alzato le sue prospettive di inflazione.

La banca centrale statunitense vede ora l'economia statunitense crescere dell'1,7% quest’anno ed il prossimo; le stime sono in calo rispetto alle previsioni del PIL di marzo rispettivamente del 2,8% e del 2,2% ed anche la crescita economica è stata declassata per il 2024 all'1,9%, rispetto alla precedente stima del 2,0%.

Allo stesso tempo, le pressioni inflazionistiche sono fortemente aumentate. La banca centrale degli Stati Uniti vede l'inflazione core, che esclude la volatilità dei prezzi alimentari ed energetici, in aumento del 4,3% quest'anno rispetto alla stima di marzo del 4,1%. L'inflazione core rimarrà elevata, in aumento del 2,7% nel 2023 rispetto alla precedente previsione del 2,6%. Guardando al 2024 si prevede un aumento del 2,3%, invariato rispetto alle previsioni di marzo.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli