Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro: congestione



Davide Spinelli Articolo pubblicato il 09/05/2014 14:31:32

Fermo oramai da mesi, analizziamo il Gold con la tecnica collaudata di Elliott e Fibonacci.



Guardare ed analizzare i grafici dell’oro hanno lo stesso effetto della melatonina prima di coricarsi.

Trovare qualche spunto operativo è praticamente impossibile e andiamo a vederne il motivo. Nell’ultimo articolo dichiaravo che neppure dentro l’uovo di pasqua il Gold trovava forza per uno spunto brillante, e oggi, a quasi un mese di distanza, ci ritroviamo nella stessa identica situazione.

Osservando il grafico settimanale del mio solito ETF (GLD) notiamo veramente un movimento laterale che per ben 7 settimane ha bloccato ogni movimento all’interno del range 123/128 per cui, praticamente, da due mesi a questa parte, chiunque si fosse avventurato ad acquistare o a shortare l’Oro aspettandosi significativi movimenti, avrebbe solo rischiato di fare dei “dentro e fuori” ad unico vantaggio dei broker di riferimento.

oro

 

Mentre il grafico daily potrebbe far pensare a volte il contrario, è sul weekly che si vedono i veri movimenti di medio periodo dei mercati, ecco perché parto sempre dall’analisi settimanale.

Visto che così poche novità ci sono, al momento, oggi vorrei soffermarmi sull’importanza che i miei indicatori hanno nel confermare o meno le direzionalità intraprese dal GLD.

Vediamo nella parte bassa come l’indicatore mi stia indicando una situazione di debolezza attuale, ma, al tempo stessa, una voglia di rialzarsi da questa fase che chiamo di ipervenduto in modo, forse, un po’ troppo approssimativo.

In effetti, oggi, ci troviamo a quota 124,17, nei pressi del ritracciamento di Fibonacci del 50% a quota 124,08 e non distanti da quel 121,81 che, anche la volta scorsa, indicavo come test importante su cui tentare un rimbalzo decente.

Spostandoci sul grafico giornaliero, vediamo come gli indicatori siano veramente poco simpatici nel breve periodo e questo potrebbe far presagire ad un affondo ulteriore nell’area di 121,81 di cui sopra, in prima battuta e area 118 come target di ribasso.

 oro


Questo dipenderà se e come il titolo riuscirà a chiudere sotto quota 123,39, che, al momento, rappresenta il supporto su cui tentare un rimbalzo che, per il prossimo periodo, metto fortemente in dubbio.  Per cui, concludendo, mi aspetto una possibile discesa almeno fino a quota 122 circa ed una possibile reazione da quelle quotazioni, salvo il verificarsi di uno scivolone violento che farebbe arrivare velocemente l’Oro al target di area 118. 

Di contro, invece, una reazione rialzista, magari nelle prossime settimane, avrebbe un significato tecnico solo al superamento in chiusura giornaliera di area 128 dove troviamo ancora oggi il massimo di periodo del 14 aprile formato da quel gap, rimasto isolato, di vero stampo ribassista.



Potrebbero interessarti anche...
Oro: il 2021 inizia con il botto!
Materie Prime
La Redazione 05/01/2021 03:00:00
“Gli investitori sono alla ricerca di asset in grado di trarre ... leggi tutto
Oro: gli Hedge Fund abbandonano il ballo…
Materie Prime
La Redazione 20/01/2021 12:00:00
"Gli investitori in ETF sembrano considerare il prezzo più basso come ... leggi tutto
Oro: il vero motivo dello stallo
Materie Prime
La Redazione 23/02/2021 12:00:00
Prima dei veicoli elettrici e con celle a idrogeno, l'unico vero ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli