Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro, Aberdeen. I 2000 dollari sono ancora possibili: grazie alla Fed!



La Redazione Articolo pubblicato il 01/04/2021 12:00:00
“I viaggi estivi sono ancora in discussione e ciò potrebbe avere un enorme impatto sulla ripresa economica - afferma Dunn - siamo ancora lontani da una piena ripresa economica e vediamo ancora molti timori nel mercato del lavoro”.

 

Il rinnovato incremento della forza del dollaro e l’aumento dei rendimenti obbligazionari hanno pesato sulle quotazioni dell’oro, con i prezzi che scambiano al di sotto dei 1700 dollari per oncia a ridosso dei livelli più bassi in tre settimane.

Alcuni investitori si mostrano lievemente indispettiti dalle recenti performance dell’oro, ma Steve Dunn, responsabile ETP presso Aberdeen Standard Investments, afferma che il metallo giallo continua a svolgere un ruolo essenziale come diversificatore di portafoglio: “L’investimento in oro è stato complicato negli ultimi due trimestri, ma i fondamentali del metallo sono ancora ben presenti”.

Grafico Oro by Tradingview

Dunn ha aggiunto che l’attuale mancanza di fiducia degli investitori in oro potrebbe durare ancora per qualche tempo in quanto le quotazioni dell’oro incontreranno difficoltà nell’aumentare a causa dei rendimenti obbligazionari elevati, anche se si tratta di un contesto che per forza di cosa non potrà durare per sempre.

Nonostante la situazione controversa Aberdeen non ha rivisto le stime di prezzo future relative all’oro e Dunn afferma che il loro scenario di base prevede che i prezzi dell'oro vengano scambiati tra 1.900 e 2.000 dollari l'oncia entro la fine dell’anno con possibili nuovi massimi storici entro l’inizio del 2022.

Sebbene i rendimenti obbligazionari abbiano margini per aumentare, Dunn ha affermato che la Federal Reserve continuerà a trovare modi per rafforzare la sua politica monetaria espansiva con la Fed che non interverrà pesantemente sino a quando i rendimenti non raggiungeranno il 2%.

Sebbene gli investitori si aspettino di vedere una robusta ripresa economica, Dunn ha affermato che c'è ancora molta incertezza poiché i funzionari del governo si preparano a quella che potrebbe essere una quarta ondata della pandemia di COVID-19 e, mentre i vaccini continuano a essere lanciati, alcuni stati devono ancora affrontare problemi logistici, in particolare nelle zone rurali: “I viaggi estivi sono ancora in discussione e ciò potrebbe avere un enorme impatto sulla ripresa economica - afferma Dunn - siamo ancora lontani da una piena ripresa economica e vediamo ancora molti timori nel mercato del lavoro”.

Dunn ha affermato che l'economia statunitense non potrebbe supportare tassi di interesse più elevati, e questo è fondamentalmente positivo per il mercato dell’oro; mentre la Federal Reserve dovrebbe mantenere i tassi di interesse sull'obiettivo zero, Dunn ha affermato che l'aumento dell'inflazione manterrebbe i tassi di interesse reali a livelli storicamente bassi per i prossimi tre anni.

 

Fonte KitcoNews

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli