Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Non solo Petrolio: l’India mette a rischio anche l’Oro!



La Redazione Articolo pubblicato il 30/04/2021 12:00:00
Il consumo nell’intero 2021 sarà migliore rispetto al 2020 in quanto le vaccinazioni aumenteranno e l’economia si riprenderà, ragion per cui un maggior capitale fluirà verso l’oro, ma probabilmente accadrà solamente verso la fine dell’anno (dichiarazione di Somasundaram che non fornisce una stima per il 2021).

 

Il petrolio potrebbe essere colpito dalla terribile situazione sanitaria dell’India? Senz’altro si, ma non è il solo, in quanto anche l’Oro potrebbe essere attinto dalle ripercussioni negative di quanto sta accadendo nella nazione asiatica: l’aumento della domanda di oro dell’India registrato nei primi tre mesi del 2021 potrebbe essere annullato dall’aumento delle infezioni da covid 19, in quanto queste ultime potrebbero essere in grado di frenare le vendite durante l’importantissima stagione dei matrimoni.

Secondo il World Gold Council, gli acquisti di oro nel secondo maggior consumatore al mondo sono aumentati del 37% tra gennaio a marzo 2021 ad un totale di 140 tonnellate, dopo essere crollati al minimo in oltre due decenni lo scorso anno: i consumi sono stati stimolati dal calo delle quotazioni locali del metallo giallo e dalla riapertura di alcune attività.

Il prezzo dell’oro, salito ad un record nel corso del 2020, ha perso terreno a causa del rafforzarsi del dollaro ed a causa dell’aumento dei rendimenti obbligazionari: in India, rispetto al record di agosto, i prezzi sono scesi del 15%.

Grafico Oro by Tradingview

Le previsioni, tuttavia, indicano che nel secondo trimestre la domanda di oro dell’India subirà un duro colpo a causa del diffondersi del covid 19 che ha costretto molti stati ad imporre nuovamente pesanti restrizioni alla circolazione e la chiusura di attività non essenziali al fine di limitare la diffusione del virus.  

“Con la nuova imposizione delle restrizioni in varie regioni del paese in risposta all’aumento dei casi di covid 19 la fiducia dei consumatori è diminuita: la gente aveva appena iniziato a spendere ed ora tutto è nuovamente finito.  Le persone sono più consapevoli che si sta diffondendo rapidamente e che è necessario prestare la massima attenzione, e questo influenzerà i festeggiamenti.  Le strategie digitali e di vendita al dettaglio sviluppate nell'ultimo anno potrebbero attutire il calo di questo trimestre, a differenza di quanto accadde nel 2020, ma la crisi attuale va oltre la semplice economia e logistica, quindi, il sentiment potrebbe essere influenzato fino a quando non si raggiungerà la vaccinazione su larga scala” (P.R. Somasundaram, amministratore delegato per l’India presso il W.G.C.).

Il consumo nell’intero 2021 sarà migliore rispetto al 2020 in quanto le vaccinazioni aumenteranno e l’economia si riprenderà, ragion per cui un maggior capitale fluirà verso l’oro, ma probabilmente accadrà solamente verso la fine dell’anno (dichiarazione di Somasundaram che non fornisce una stima per il 2021).

A livello globale, la domanda di oro è scesa del 23% durante il primo trimestre a 815,7 tonnellate rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, poiché una ripresa dalla pandemia ha spinto i deflussi dai fondi negoziati in borsa nei mercati occidentali. Il calo è stato mitigato dall’aumento della domanda in Cina e India, i maggiori consumatori mondiali.

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli