Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Natural Gas: crollano le esportazioni della Norvegia



La Redazione Articolo pubblicato il 30/11/2020 10:00:00
Sebbene il governo norvegese possa invocare poteri di emergenza per porre fine ai conflitti sul posto di lavoro, è generalmente riluttante a farlo a meno che le vite o gli interessi nazionali non siano considerati a rischio.

 

Il terminal norvegese di Nyhamna, dedicato alle esportazioni di natural gas, ha chiuso i battenti a causa di uno sciopero messo in atto dalle guardie di sicurezza: la contrazione, stando a quanto comunicato dai media, ammonta a circa 50 milioni di metri cubi al giorno.

A gestire il sito è la società Gassco, i cui vertici, sottolineando la possibilità di un aumento del prezzo del gas britannico, hanno affermato che la Gran Bretagna continuerà ad essere rifornita tramite una ridistribuzione dei flussi.

La Norvegia soddisfa circa il 22% della domanda annuale di gas dell'Europa attraverso la sua vasta rete di gasdotti in Gran Bretagna, Germania, Belgio e Francia.

Le esportazioni aggregate di gas attualmente si attestano a circa 287 milioni di metri cubi, come mostrano i dati in tempo reale di Gassco, in calo dai 330 milioni di metri cubi prima dell'inizio della chiusura.

L'Unione norvegese dei lavoratori generali (NAF) ha affermato separatamente che i recenti colloqui con i datori di lavoro non sono riusciti a produrre alcun progresso e hanno confermato che lo sciopero si era esteso: quasi 2.400 guardie di sicurezza organizzate dal sindacato sono attualmente in sciopero a livello nazionale, ed altri elementi si aggiungeranno a partire dal 1° dicembre.

Sebbene il governo norvegese possa invocare poteri di emergenza per porre fine ai conflitti sul posto di lavoro, è generalmente riluttante a farlo a meno che le vite o gli interessi nazionali non siano considerati a rischio.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli