Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Lo strano caso di mr. Gas: quando la realtà si scontra con la teoria
(Pag. 1)



Gabriele Picello Articolo pubblicato il 13/08/2019 03:00:46
Talvolta la realtà deve fare i conti con la teoria: questo è quanto sta accadendo al Natural Gas perché…

 

La domanda di Natural Gas degli Stati Uniti è ai massimi storici, ma qualcosa non funziona, almeno in apparenza, ed i prezzi continuano a mostrarsi deboli.

Nel corso della passata settimana le quotazioni del Natural Gas (futures) sono scese ai livelli più bassi dell’ultimo triennio ed i prezzi spot hanno registrato l’estate più debole in ben 20 anni, un contesto che, in altri settori, si tradurrebbe in un calo degli investimenti con conseguente riduzione dell’offerta, ma per il Natural Gas le cose funzionano diversamente, e la produzione, già a livelli record sta aumentando in un trend che potrebbe protrarsi a lungo in un contesto di fondo connotato da centrali elettriche che sostengono la domanda a causa del progressivo allontanamento dal Carbone e da un intensificarsi delle operazioni di liquefazione atte a produrre LNG destinato all’export.

Gli analisti ritengono che i prezzi del Natural Gas non  stanno riflettendo la situazione della domanda in quanto la crescita dell’offerta supera di gran lunga l’aumento dei consumi a causa dell’intensa attività delle aziende del settore energy che estraggono grandi quantità di shale oil e, con esso, il Natural Gas che, una volta estratto, deve per forza essere trasportato altrove o, in alternativa, bruciato sul posto (flaring).

Grafico Natural Gas by Tradingview

I prezzi dei futures al NYMEX, nella passata settimana, hanno registrato il livello più basso da maggio 2016 andando a lambire i 2,03 $/MMBtu, mentre i prezzi spot presso l’Henry Hub (Louisiana) erano sulla buona strada per toccare i livelli più bassi dal 1998 ad oggi, in un contesto che vede gli speculatori aumentare a livelli record la net short position sul prodotto.

Le attese sono per un ulteriore forte impulso alla produzione di Gas nell’autunno, dopo che sarà entrato in funzione il Gulf Coast Express (Kinder Morgan) che aiuterà a convogliare il Gas attualmente “imprigionato” nel Permian Basin o bruciato.

Meg Gentle, CEO della società americana GNL Tellurian, ha dichiarato che in ogni caso gli attuali piani di espansione del gasdotto in oggetto non saranno in grado di far fronte alla produzione record del Permian Basin, ragion per cui i prezzi presso l’hub di Waha (Texas occidentale) sono destinati a rimanere depressi.

Grafico Reuters

La produzione in aumento ha compensato agevolmente un fattore tradizionalmente positivo come le scorte di prodotto costantemente basse ed anche se i prezzi bassi di petrolio e Gas hanno di fatto indotto una battuta d’arresto nelle attività di perforazione, gli analisti di settore ritengono che siamo ancora ben lontani da una contrazione della crescita della produzione.

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli