Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Latte: i prezzi continuano a salire!



La Redazione Articolo pubblicato il 02/12/2019 18:00:53
Sara Dorland, analista del Daily Dairy Report e managing partner di Ceres Dairy Risk Management, afferma che più di un fattore ha contribuito a sostenere questo rialzo…

 

Osservando il grafico a seguire non possiamo non notare come i prezzi del Latte in polvere si siano resi protagonisti di un nuovo rialzo che va ad inserirsi in una tendenza in essere ormai da tempo.

Quanto accaduto al prezzo del Latte da noi monitorato (Skim Milk Powder o SMP) si palesa anche in altri mercati, come, ad esempio, quello del Non-fat Dry Milk (NDM) che, insieme al prodotto che stiamo seguendo, raggiunge livelli di prezzo che non si palesavano a mercato ormai da novembre 2014.

Sara Dorland, analista del Daily Dairy Report e managing partner di Ceres Dairy Risk Management, afferma che più di un fattore ha contribuito a sostenere questo rialzo delle quotazioni del Latte in polvere, e spiega: “A determinare questo contesto è una serie di fattori, primo su tutti l’esaurimento delle scorte di intervento della UE: a fine novembre 2018 tali scorte ammontavano a 219989 tonnellate, mentre oggi sono praticamente azzerate.  Negli ultimi due anni la produzione di Latte in Europa e Stati Uniti ha subito una battuta d’arresto, mentre la richiesta di SMP ed NDM è aumentata, e questo ha reso necessario l’utilizzo delle scorte di intervento al fine di soddisfare la domanda del mercato, ragion per cui, una volta esaurite queste scorte, i prezzi hanno reagito con un rialzo che a sua volta andrà a stimolare la produzione”.

Il rallentare della fornitura in arrivo a mercato dalla Nuova Zelanda potrebbe essere anche un elemento in grado di incidere sui prezzi (nel mese di ottobre la produzione di Latte della Nuova Zelanda era inferiore di oltre il 2,5% alla produzione dello stesso mese nel 2018), ma, a questo proposito, Dorland fa notare come l’output sia ancora a livelli elevati, ragion per cui la battuta d’arresto osservata nella produzione della sola Nuova Zelanda non sarebbe di particolare rilievo in questo contesto, mentre, al contrario, potrebbe rivelarsi decisamente più influente l’aumento della richiesta in arrivo dalla Cina.

 

Fonte MilkBusiness

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli