Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


L’Oro? È un cavallo che non ha voglia di correre!



La Redazione Articolo pubblicato il 03/05/2021 12:00:00
I progetti sono sicuramente animati da nobili intenzioni, spiega Christensen, ma porteranno inevitabilmente a debiti e deficit maggiori

 

Gli investitori esposti all’oro hanno archiviato una nuova settimana all’insegna della frustrazione, con il lingotto che non trova la forza di superare i 1800 dollari per oncia.

A parlare è Neils Christensen, editor presso Kitco News, che spiega come la situazione sia resa estremamente esasperante proprio dal fatto che sono presenti tutte le condizioni per un breakout che, tuttavia, come ben sappiamo pare non abbia assolutamente voglia di palesarsi.

Proprio nella passata settimana il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, nel suo primo discorso al Congresso, ha continuato a sostenere il piano di spesa da quasi due trilioni di dollari destinato alle infrastrutture e, allo stesso tempo, ha introdotto un nuovo progetto da 1,8 trilioni di dollari destinato al sostegno delle famiglie americane che include l'assistenza all'infanzia universale e due anni gratuiti in un college comunitario.  Biden ha descritto le sue proposte come un'opportunità di investimento irripetibile: "Dal mio punto di vista, non fare nulla non è un'opzione", ha spiegato il presidente.

Grafico Oro by Tradingview

I progetti sono sicuramente animati da nobili intenzioni, spiega Christensen, ma porteranno inevitabilmente a debiti e deficit maggiori.

Biden ha spiegato che avrebbe finanziato i programmi aumentando le tasse aziendali e quelle sui grandi patrimoni portando queste ultime al 39,6% e gli economisti, a questo proposito, hanno affermato che l’aumento sulle tasse peserà sul dollaro USA, un evento che giocherebbe a favore dell’oro.

In queste condizioni, il dollaro USA si indebolirà man mano che la spesa pubblica aumenta ed a creare la cosiddetta tempesta perfetta saranno dei tassi di interesse che, nel breve termine, rimarranno sicuramente invariati, una condizione confermata dal leader della Federal Reserve che ha affermato di non essere nemmeno vicino a prendere in considerazione un inasprimento della politica monetaria, un intervento che, quando sarà deciso, sarà annunciato ai mercati con largo anticipo.

Infine, conclude Christensen, sebbene la ripresa economica degli Stati Uniti sia particolarmente intensa, non passa inosservato che il tutto stia avvenendo con un costo significativo: l’inflazione è infatti in aumento e per molti questo significa una vera e propria minaccia per il potere d’acquisto.

Ricapitolando, i deficit aumentano, il dollaro si indebolisce, l’inflazione cresce ed i tassi rimangono invariati: in un mercato come questo l’oro dovrebbe correre come un purosangue, peccato che non ne abbia voglia…

 

Fonte Kitco News

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli