Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Il maggior acquirente di Oro del mondo ha finito di fare shopping!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 01/04/2020 08:00:00
“La banca centrale russa, in questo momento, sta segnalando ai rivenditori di oro che dovrebbero indirizzare la loro fornitura all’esterno, poiché la richiesta globale sembra essere elevata” (Dmitry Dolgin, capo economista di ING Bank).

 

Negli ultimi cinque anni la Russia ha speso 40 miliardi di dollari per costruire la riserva aurea che noi tutti be conosciamo, ma ora ha detto stop: lo shopping è finito!

Nella giornata di lunedì 30 marzo 2020 la banca centrale russa ha annunciato che avrebbe interrotto gli acquisti di oro a partire dal 1° aprile, anche se i funzionari non hanno fornito ulteriori commenti in merito atti a spiegare la decisione; alcuni analisti, molto semplicemente, sostengono che la nazione abbia raggiunto il volume di oro desiderato.

Da tenere in considerazione anche il prezzo del metallo giallo attualmente a ridosso dei livelli più elevati in sette anni, in quanto, in queste condizioni, i venditori russi potrebbero essere tentati di vendere il prodotto traendo profitto dalle condizioni di mercato (l’oro è tornato in auge tra gli investitori a causa dei timori indotti dal diffondersi del coronavirus, ma la forte domanda e le difficoltà legate alle misure intraprese dai governi al fine di limitare la diffusione della malattia, fanno si che alcuni rivenditori incontrino alcuni ostacoli nel reperire la merce da rivendere).

“La banca centrale russa, in questo momento, sta segnalando ai rivenditori di oro che dovrebbero indirizzare la loro fornitura all’esterno, poiché la richiesta globale sembra essere elevata” (Dmitry Dolgin, capo economista di ING Bank).

Il panico mondiale per l'epidemia di coronavirus ed un'ondata di stimoli da parte delle banche centrali ha innescato la domanda di oro, ma, nonostante vi siano tonnellate di lingotti nei caveau di tutto il mondo, l’assenza di voli commerciali dedicati rende difficile il l’approvvigionamento.

Nella sessione di ieri, martedì 31 marzo 2020, l’oro passava di mano a 1622 dollari per oncia in lieve calo rispetto all’inizio della settimana.

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli