Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Emergenza Gas: la situazione dell’Italia



La Redazione Articolo pubblicato il 22/06/2022 09:00:00
Il ministro della transizione energetica non ha dubbi: il Paese deve aumentare gli sforzi per accelerare lo riempimento dei siti di stoccaggio

 

L’Italia deve aumentare gli sforzi per completare il rifornimento di gas naturale in vista dell’inverno e valutare le possibili opzioni per aiutare le aziende a sostenere gli acquisti di questo prodotto attualmente scambiato a prezzi particolarmente elevati: a parlare è il ministro della transizione energetica Roberto Cingolani, che sottolinea come le scorte di gas dell’Italia siano attualmente al 54% della capacità disponibile, nettamente al di sotto dei target UE che prevedono siti di stoccaggio colmi all’80% ed al 90% rispettivamente nei mesi di ottobre novembre.

La italiana ENI ha dichiarato che la sua richiesta di fornitura di gas dalla russa Gazprom per la giornata di ieri è stata confermata  solo parzialmente, una condizione che pone la società nel settimo giorno consecutivo contraddistinto da una carenza di gas russo in ingresso.

Grafico Gas Naturale Europa by Tradingview

Il ministro ha affermato che stava cercando modi per aiutare le società del settore energy a ottenere finanziamenti più economici per finanziare il gas per lo stoccaggio. Una fonte del governo ha affermato che una garanzia statale è una tra le potenziali opzioni: “Il gas al momento è così costoso che gli operatori non possono metterci soldi - spiega Cingolani - dobbiamo riflettere su questo problema”.

Il comitato tecnico di emergenza per la questione gas sta tenendo una serie di incontri ed il ministro dovrebbe incontrare proprio oggi i rappresentanti delle principali società italiane impegnate nel settore energy.

Le opzioni in discussione includono la riduzione della fornitura di gas a utenti industriali selezionati in base a contratti esistenti, l'aumento della produzione nelle centrali a carbone e la ricerca di più importazioni di gas da altri fornitori.

L'Italia sta anche promuovendo un tetto ai prezzi del gas a livello europeo per aiutare a contenere i picchi di prezzo, una proposta che, come ha dichiarato il premier Mario Draghi, è divenuta ancor più urgente proprio in virtù dei problemi causati da Mosca.

“Probabilmente otterremo qualcosa - conclude Cingolani - le aziende chiudono e le famiglie sono in difficoltà non perché ci sia una vera mancanza di gas, ma perché qualcuno dietro una tastiera ha deciso di alzare il prezzo... bisogna fissare un limite”.

 

Fonte Reuters

 


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli