Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 138 del 11 giugno 2018



La Redazione Articolo pubblicato il 12/06/2018 17:00:35


È uscito il commodity Report.

In questo numero:

  • Dollaro USA, rialzo dei tasi e Cina
  • Commodities: il punto della situazione 
  • Natural Gas: sitaizone e strategia oprativa 
  • Struttura portafoglio 

 

   Il ruolo del dollaro e il suo impatto sulle quotazioni dei principali asset del settore materie prime è sempre importante. Tuttavia, in uno scenario come quello attuale, di avvicinamento ad un possibile aumento dei tassi da parte della banca centrale americana, il biglietto verde può avere un influenza inferiore su alcune commodity che sono legate ai cicli di semina e raccolto, in questo momento in una fase cruciale. Se è vero infatti che zucchero e caffè hanno risentito la scorsa settimana della forza del dollaro USA verso il Real Brasiliano, il recupero è stato immediato venerdì, in una giornata di importanti prese di profitto dei cambisti.

La Soia appare debole, condizionata non solo dall’avanzamento spedito del raccolto, ma anche dalla difficoltà ed incertezza rispetto ad una possibile quadratura del cerchio per le questioni geopolitiche di dazi e contro dazi tra le prime due superpotenze economiche mondiali: USA e Cina. Anche il mais è reduce da una settimana difficile, ma probabilmente i margini di recupero de suo prezzo sono ben più alti. Il grano infine, continua ad oscillare con volatilità piuttosto alta, tra 550 e 500, pur mantenendo un’impostazione rialzista di breve, grazie al meteo avverso presente soprattutto nelle zone di coltivazione del grano duro del Kansas. 

Per i prezzi delle carni sembrerebbe prevalere l’influenza della forte domanda che sta caratterizzando questa fase di mercato fin dall’inizio dell’anno, pur se, fino ad ora, i prezzi sono rimasti in trading range. 

Sui metalli spicca il movimento dell’argento, guidato dall’aumento delle domanda industriale, unito ad un deficit di produzione che per il 2017 è stato calcolato dal Silver Institute in 35 mln di once circa, ben inferiore a quello del 2016. 

Tuttavia il Silver ha, da qualche giorno, una maggior forza relativa rispetto all’oro, e di questo occorre tener presente, soprattutto per chi opera nel breve. 

Su Oro e Argento l’idea continua ad  essere quella di una ampia lateralità per i prossimi mesi e quindi lo strangle appare la strategia idonea ad approfittare di questa situazione, magari guardando anche al rapporto Gold/Silver per scegliere i momenti in cui posizionarsi sulle call e sulle put anche in base alla maggiore o minore forza relativa del metallo giallo sull’argento. 

 

Per leggere tutto il report e le raccomandaizoni operative di Giancarlo Dall'Aglio, iscriviti qui 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 124 del 15 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 17/01/2018 10:00:07
E' uscito il nuovo Commodity Report  In questo numero: L'S&P-500 come una cryptovaluta: ... leggi tutto
Commodity Report numero 123 del 8 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 10/01/2018 16:00:30
E' uscito il nuovo Commodity Report In questo numero:  Continua la forza realtiva ... leggi tutto
Commodity Report numero 122 del 2 gennaio 2018
Mercati
La Redazione 03/01/2018 18:00:31
E' uscito il nuovo Comodity Report  In questo numero: I QE delle banche ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli