Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 28 gennaio 2019
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 28/01/2019 11:17:15


Le questioni geopolitiche continuano a tenere banco nel panorama mondiale, condizionando inevitabilmente e in modo massivo le quotazioni dei principali asset finanziari. 

Sullo shutdown USA sembra si possa andare quantomeno verso una soluzione temporanea, che possa rimettere in moto la macchina pubblica, in attesa di un accordo di più lungo periodo. 

Sui rapporti commerciali USA-Cina c’è ottimismo e non potrebbe essere altrimenti, visto che entrambe le parti hanno riscontrato problemi dal momento in cui i dazi furono implementati oltre sei mesi fa. 

Dal lato del vecchio continente, il focus è ormai sulle elezioni europee del prossimo maggio, ma intanto, pur in presenza di una situazione totalmente anomala (un governo inviso alle élite che hanno dominato negli ultimi 25 anni), il Ftse Mib (indice dei 40 titoli di borsa italiani a maggiore capitalizzazione), ha recuperato quasi 2000 punti dai minimi di dicembre, con i rendimenti dei BTP in diminuzione. 

Discorso a parte quello della Brexit che, al momento, provoca incertezza solo su come avverrà il distacco. In entrambi i casi però, sia che si concretizzi un accordo, sia in caso di hard Brexit, i mercati stanno già prezzando l’evento, guarda caso premiando la Sterlina, nonostante gli scenari totalmente apocalittici che sono stati prefigurati negli ultimi due anni dagli analisti e finanche dalla Banca Centrale del Regno Unito. 

Questa è una settimana importante in tema di dati macroeconomici: si comincia con l’indice Fed di Chicago, a seguire l’indice Case Shiller per le abitazioni e la fiducia dei consumatori. Mercoledì è la volta dell’ADP (variazione mensile degli occupati privati) e i risultati del FOMC in tema di politica monetaria. Giovedì il Pil degli Stati UE e venerdì il gran finale, ad inizio mese, con il rapporto mensile sugli occupati non agricoli USA, molto atteso come al solito dai mercati. 

S&P-500

Ftse Mib

Dollar index

Eur usd

BTP

British Pound



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 25 marzo 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 25/03/2019 10:29:40
Nonostante l’iniziale risposta ampiamente positiva da parte di alcuni comparti delle ... leggi tutto
Commodity Report del 7 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 07/01/2019 10:30:58
L’attenzione degli operatori di mercato, in questa fase, è ormai concentrata ... leggi tutto
Commodity Report del 8 aprile 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 08/04/2019 11:34:36
Venerdì i dati mensili sull’occupazione USA hanno evidenziato un’accelerazione del processo ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli