Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 11 febbraio 2019
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 11/02/2019 11:14:14


Quando il focus degli operatori di mercato a Wall Street è sulle politiche relative ai tassi della banca centrale, capita sovente di assistere a comportamenti apparentemente contraddittori. In questi casi infatti, ci si ritrova ad osservare vendite sui mercati quando i dati macro sono positivi e viceversa. Strano no? Neanche tanto; bisogna infatti capire che, dopo una anno di rialzi quasi ininterrotti dei tassi in USA, coloro che muovono le fila delle quotazioni azionarie ed obbligazionarie, sono disposti a festeggiare dati poco performanti, perchè garantiscono una politica monetaria più accomodante da parte della Fed, al contrario dei buoni risultati che imporrebbero il proseguimento della fase di rialzo dei tassi stessi. Ecco perchè, i buoni dati mensili sul lavoro, hanno provocato un po’ di scossoni in borsa ad inizio mese; si tratta di reazioni emotive che in fondo non intaccano questo trend rialzista che sta caratterizzando la prima parte del 2019. 

Tra i motivi di riflessione c’è anche il prosieguo della trattativa tra Stati Uniti e Cina, per risolvere la guerra commerciale a base di tariffe doganali, che impazza ormai da otto mesi e sta cominciando a sfiancare gli operatori commerciali di alcuni settori sensibili a questo pasticcio. In realtà, come sapete, non tutti i settori sono coinvolti ad anzi, la Cina, a dicembre ha battuto tutti i precedenti record relativi alla quantità di Petrolio e Natural Gas importati dagli USA, ma si attende in ogni caso che la problematica venga risolta, poiché gli accordi relativi al breve periodo, sono considerati poco più che una panacea, che rende impossibile creare uno scenario di certezza e stabilità tra gli operatori economici. 

Sul fronte europeo non mancano tensioni per ciò che riguarda la Brexit e le modalità di uscita da parte del Regno Unito dalla UE. Oggi addirittura ho sentito alcuni commentatori autorevoli paventare l’ipotesi di un nuovo referendum, in caso di mancato accordo tra UK ed UE. Personalmente, pur ritenendo le fonti USA che ipotizzano questo scenario, serie e competenti, non credo sia un’ipotesi percorribile da parte del Regno Unito, che ha la necessità di isolarsi dalla propaganda e compiere quanto deciso democraticamente nel 2016, dai cittadini chiamati alle urne. 

Ultima, ma non meno importante questione, quella che riguarda il caos Venezuela, questione su cui sono tutti coinvolti, anche se da tempo ormai, il Venezuela non è più un attore di mercato tale da poter condizionare pesantemente il prezzo del petrolio. 

S&P-500

Ftse Mib

Dollar index

Eur usd

BTP

British Pound



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 25 marzo 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 25/03/2019 10:29:40
Nonostante l’iniziale risposta ampiamente positiva da parte di alcuni comparti delle ... leggi tutto
Commodity Report del 7 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 07/01/2019 10:30:58
L’attenzione degli operatori di mercato, in questa fase, è ormai concentrata ... leggi tutto
Commodity Report del 28 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 28/01/2019 11:17:15
Le questioni geopolitiche continuano a tenere banco nel panorama mondiale, condizionando ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli