Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Caffè: l’emorragia non si ferma…



La Redazione Articolo pubblicato il 10/11/2022 12:00:00
In presenza di scorte contenute, l’operato dei traders che acquistano futures può avere un impatto maggiore sulle quotazioni del caffè

 

I prezzi del caffè continuano a cedere terreno ed alcuni operatori di settore indicano che, tra i tanti fattori che determinano questa price action, troviamo anche l’ingresso nei magazzini dell’ICE exchange di grandi volumi di caffè arabica.

La ricostruzione delle scorte presso l’ICE toglie supporto alle quotazioni del caffè e potrebbe fornire ai consumatori una tregua dagli alti prezzi al dettaglio del caffè che, tradizionalmente, reagiscono in ritardo rispetto alle variazioni sugli exchange globali.

I prezzi del caffè presso l’ICE exchange subiscono già la pressione derivante dall’incertezza economica globale e da un possibile nuovo raccolto record del Brasile, tuttavia, le scorte ICE di caffè, che negli ultimi 20 anni hanno oscillato tra 1 e 5 milioni di sacchi, sono attualmente ai livelli più bassi degli ultimi 23 anni a circa 380000 sacchi, una condizione che compensa in parte alcuni dei succitati elementi di pressione e determina una elevata volatilità a mercato.

In presenza di scorte contenute, l’operato dei traders che acquistano futures può avere un impatto maggiore sulle quotazioni del caffè, in quanto si palesa la possibilità che manchino scorte sufficienti a coprire i contratti, ragion per cui coloro che detenevano posizioni ribassiste potrebbero essere costretti a coprire tali posizioni.

Grafico Caffè by Tradingview

I dati in arrivo dall’ICE exchange mostrano che oltre 160000 sacchi sono attualmente nei magazzini, ma non sono conteggiati in quanto in attesa di certificazione e gli operatori di settore spiegano che almeno altri 100000 sacchi sono in arrivo.

Alcuni trader affermano che un aumento delle scorte certificate annullerebbe qualsiasi elemento rialzista nel mercato del caffè, anche se un vero e proprio impatto in questo senso si avrebbe solamente in presenza di un aumento di circa 200000 sacchi.

Secondo gli analisti, il raccolto di caffè del Brasile, responsabile di circa il 40% della produzione mondiale di arabica, potrebbe crescere fino al 10% nel 2023 a causa del clima favorevole degli ultimi mesi, e questo potrebbe sostenere i prezzi del caffè brasiliano di qualità superiore sino a livelli a cui diventa conveniente la consegna all’ICE, tradizionalmente mercato di ultima istanza in caso di eccesso di offerta.

Lo stato attuale del mercato è ben descritto da un operatore di settore che, intervistato da Reuters, spiega: “La domanda è molto, molto tranquilla. Nessuno vuole comprare, i torrefattori stanno uscendo dal mercato. Chi ha del caffè vuole uscire dal mercato, ragion per cui gli unici acquirenti possibili sono gli operatori presso l’exchange…”.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli