Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio, Iran: cosa succede se Trump perde la Casa Bianca
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/10/2020 03:00:00
"Un impatto immediato di un cambiamento nell'amministrazione negli Stati Uniti sarebbe la situazione con l’Iran - spiega McMonigle - non mi aspetto un ritorno a mercato di tutti gli 1,8 milioni di barili a cui ammonta la precedente contrazione, ma, probabilmente, almeno mezzo milione. Gli Stati Uniti, se volessero riavviare i negoziati con l’Iran, dovrebbero fare qualcosa in questo senso, e per il mercato petrolifero si tratta di qualcosa di molto grande”.

 

Sostanzialmente, una vittoria di Trump si tradurrebbe in un protrarsi delle sanzioni contro l’Iran, mentre le esportazioni di greggio di Teheran potrebbero aumentare da 1,8 a 2,4 milioni di barili giornalieri entro la fine del 2021 nel caso in cui Biden dovesse vincere la corsa alla Casa Bianca (Ehsan Khoman, responsabile MUFG per la ricerca in Medio Oriente e Nord Africa).

Il potenziale per una maggiore produzione in Iran e Libia sarà una questione chiave per l'alleanza OPEC+ nel prossimo meeting ufficiale, che si terrà all'inizio di dicembre, ha affermato McMonigle, soprattutto ora che la Libia ha iniziato a riaprire la sua industria petrolifera dopo una tregua in una guerra civile di lunga durata.

La OPEC+, guidata da Arabia Saudita e Russia, sta cercando di ridurre le forniture di petrolio per sostenere i prezzi di fronte alla pandemia di coronavirus: il prezzo del Brent, rispetto ai recenti minimi, è raddoppiato, ma presenta ancora un calo del 36% da inizio anno ad oggi.

Probabilmente la OPEC+ vorrebbe attenersi alla tabella di marcia originale che prevede un aumento della produzione di greggio di 2 milioni di barili giornalieri nel mese di gennaio, ma questo non è garantito, in quanto l’evolversi della situazione potrebbe richiedere alcuni aggiustamenti.

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli