Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: il Cartello deve giocare in difesa
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 17/11/2020 08:00:00
Anche se la domanda di petrolio sia in Cina che in India ha superato i livelli di un anno fa, il quadro per i fornitori di greggio rimane instabile, con la International Energy Agency che, nel suo ultimo report, mentre le raffinerie asiatiche dovrebbero aumentare il tasso operativo in modo significativo, la lavorazione del greggio nel bacino atlantico (principalmente Europa e Americhe) rimarrà a livelli contenuti.

 

Il quadro risulta pesante in quanto sono le raffinerie a comprare il greggio dai produttori, e non gli automobilisti, e, in quest’ottica, a preoccuparsi maggiormente saranno Russia e Nigeria, ovvero i membri OPEC+ maggiormente esposti al mercato atlantico.

Non dobbiamo quindi sorprenderci se la OPEC+ non dorme sonni tranquilli, e questo si ripercuote sulle quotazioni del petrolio, che hanno lasciato sul parterre buona parte dei guadagni conseguenti alla notizia della scoperta di un vaccino.

Anche se tutti i vaccini in fase di test dovessero essere efficaci al pari di quello di Pfizer, passeranno molti mesi prima che siano iniettati ad un numero di persone tale da alterare significativamente il corso della pandemia, e sino ad allora le restrizioni che abbiamo visto implementare sino ad ora rimangono l’unico mezzo per mantenere il virus sotto controllo, e questo, per i produttori, è un problema.

A rivelarsi un problema, come abbiamo visto in apertura, è anche l’aumento della produzione di paesi come la Libia, che, grazie all’attuale periodo privo di ostilità, ha prodotto petrolio per 1,145 milioni di barili giornalieri contro i 90000 barili giornalieri pompati a settembre.

Sostanzialmente, il meeting di fine mese probabilmente terminerà con un nulla di fatto, in quanto un allentamento dei tagli sembra essere escluso, come escluso pare essere anche un intervento in direzione opposta, ossia un approfondimento dei tagli in oggetto, in quanto prendere in considerazione una simile proposta implicherebbe troppe discussioni in un momento dove la reattività si mostra essenziale.

Concludendo, l’unica opzione papabile è mantenere i tagli attuali, e la domanda è solo una: per quanto tempo? Dare una risposta ora non è affatto semplice, ma quel che è chiaro è che il COVID 19 sta fornendo ai produttori un buon motivo per formare e mantenere un gruppo compatto ed efficiente…

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli