Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio, Arabia Saudita: serve cautela, l’arbitro non ha ancora fischiato la fine
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 19/02/2021 09:00:00
“La partita è ancora in corso ed è troppo presto per dichiarare la vittoria nella lotta contro il virus: l’arbitro deve ancora fischiare la fine del match”.

 

Quando l'alleanza si è riunita il mese scorso, i sauditi hanno raddoppiato la strategia di contenimento della produzione effettuando un ulteriore taglio di 1 milione di barili al giorno che sarebbe stato applicato a febbraio e marzo. La loro mossa ha dato i suoi frutti, contribuendo a guidare la ripresa dei prezzi.

Per gli importatori di petrolio, ci sono segnali crescenti che il rafforzamento del mercato sta diventando un problema: Dharmendra Pradhan, ministro dell'Energia indiano - uno dei maggiori acquirenti di greggio dell'OPEC - ha dichiarato alla stessa conferenza che i prezzi più alti stanno anche danneggiando la ripresa economica globale.

L'avvertimento del principe Abdulaziz indica che potrebbe scaturire un altro dibattito quando la OPEC+ si riunirà di nuovo il 4 marzo.

L'Iraq, un altro membro dell'OPEC+ che è spesso ansioso di aprire i rubinetti, ha detto la scorsa settimana che il gruppo potrebbe scegliere di mantenere stabile la produzione al prossimo meeting.

La Russia e gli Emirati Arabi Uniti, che negli ultimi incontri hanno sollecitato aumenti, devono ancora rendere note le loro preferenze.

Per quanto concerne l’Arabia Saudita non vi sono dubbi sulla linea che terrà e, inoltre, il ministro saudita è stato ben chiaro nelle sue affermazioni: “La partita è ancora in corso ed è troppo presto per dichiarare la vittoria nella lotta contro il virus: l’arbitro deve ancora fischiare la fine del match”.

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli