Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 254
(Pag. 2)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 11/01/2021 08:40:35


Commodities: il punto della situazione 

L’oro e l’argento hanno subito il più classico dei sell off nella giornata di venerdì. Spesso si cercano delle motivazioni per tutti i movimenti dei mercati e anche in questo caso si sprecano i commenti sulle possibili cause. Proviamo ad esaminare la situazione: la liquidazione di molte posizioni è iniziata dopo il report sull’occupazione USA; il brutto dato ha di fatto rinviato le attese di una inflazione incalzante e, come sappiamo, l’oro è bene anti inflazione. La correlazione negativa con il recupero del dollaro ha fatto il resto.  Altra motivazione può essere cercata nelle performance incredibili del Bitcoin, che può spingere gli operatori a preferirlo all’oro e all’argento in questa fase, perché più volatile e performante. 

 

Oro

 

Bitcoin

Sta di fatto che i due metalli hai subito un ribasso molto forte, che ha intaccato il quadro tecnico di breve, ma non quello di medio lungo periodo. Resto quindi positivo sul comparto, nonostante sia uscito dall’ETF sul silver quasi in pareggio durante la discesa. 

 

Silver

Le granaglie sono in forte ipercomprato. La Soia e il Mais sono ancora spinte al rialzo dalle attese per un ulteriore revisione al ribasso delle scorte finali nel report del 12 gennaio e per la situazione di troppo caldo, troppo secco dell’Argentina, mentre il grano, a mio avviso, non ha molti margini di ulteriore salita, visti i fondamentali. 

 

Soia

 

Grano

Tra le soft resta interessante il cacao, su sui ho fatto un altro positivo giro in spread trading, mentre resta in posizione anche lo spread zucchero, in leggero miglioramento nelle ultime sedute della settimana. 

 

Sugar spread

Il petrolio è molto tirato, spinto ancora al rialzo dalle notizie giunte dall’ultimo meeting Opec. Chi temeva una frattura insanabile a breve è rimasto deluso; l’Arabia Saudita ha accettato un compromesso aumentando leggermente la sua quota di produzione a fronte di una piccola diminuzione della stessa per la Russia. Anche gli USA hanno ulteriormente diminuito la produzione, consentendo ai prezzi di tornare dopo molti mesi sopra quota 50 dollari, una quota che tuttavia sconta una netto aumento della domanda (al momento assente), durante il 2021. 

 

Petrolio

Ecco il motivo per cui non entro long sul petrolio, su cui, i caso di storno della borse, mi aspetto vendite massicce. Il natural gas invece, per i motivi esposti più volte, può essere buono per un rialzo di medio lungo periodo, per l’atteso aumento della domanda globale di questa commodity. Nel breve tuttavia, molto dipende anche dai pattern meteo, che fio ad ora non hanno favorito i classici rally di questo periodo dell’anno. 

 

Natural Gas

 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 253
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 04/01/2021 08:32:24
 E adesso, per i mercati, arriva una fase delicata. Se infatti ... leggi tutto
Commodity Report numero 256
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 25/01/2021 07:12:31
La borsa di Wall Street ha fatto l’ennesimo massimo assoluto di ... leggi tutto
Commodity Report numero 255
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 18/01/2021 08:21:13
Il piano di produzione e distribuzione dei vaccini contro il Covid ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli