Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Argento: alle stelle la richiesta nel 2018
(Pag. 2)



La Redazione Articolo pubblicato il 12/04/2019 15:00:30
Nel 2018 la richiesta di lingotti di Argento negli Stati Uniti è scesa a livelli senza precedenti, ma il quadro globale della domanda è stato decisamente più brillante...

 

Nel 2018 la richiesta di lingotti di Argento negli Stati Uniti è scesa a livelli senza precedenti, ma il quadro globale della domanda è stato decisamente più brillante, con gli investimenti nel prodotto fisico in lingotti che hanno subito un incremento di ben il 53% nel corso del 2018: in questo contesto spicca l’India, con un aumento della richiesta di lingotti pari al 115%; a guidare gli investitori la divergenza dei prezzi dell’Argento rispetto a quelli dell’Oro, con un Gold Silver Ratio a livelli così elevati da divenire insostenibili nel lungo periodo: “… è solo una questione di tempo prima che tale ratio si riduca…” (J. Wiebe sul Gold Silver Ratio).

In lieve calo (-1% a 578,6 milioni di once) la richiesta industriale di Argento nel 2018 a causa di una contrazione nella richiesta in arrivo dal settore dell’energia solare, con le aziende che, nel corso degli anni, hanno trovato soluzioni che consentono loro di ridurre le quantità di Argento utilizzate in favore di prodotti meno costosi.

Il settore dei pannelli solari fotovoltaici, in ogni caso, si conferma di cruciale importanza per la richiesta di Argento, in quanto un aumento dell’utilizzo dei pannelli in oggetto sarà in grado di compensare la tendenza ad utilizzare altri prodotti. 

Sul fronte della produzione da parte delle miniere le attese sono per un aumento dell’offerta conseguente a prezzi che si sono mostrati tutto sommato soddisfacenti dall’inizio dell’anno ad oggi (tecnicamente la produzione di Argento come prodotto primario potrebbe rimanere debole, spiega Wiebe, mentre dovrebbe aumentare la produzione dello stesso come sotto prodotto).

Tecnicamente il 2019 non dovrebbe riservare grosse sorprese in termini di fondamentali, con la richiesta complessiva che è attesa stabile a circa 1 miliardo di once anche in presenza di un rallentare della crescita economica.

 

Fonte Kitco


Potrebbero interessarti anche...
Argento in recupero nel 2019? Non fidatevi, perché…
Materie Prime
La Redazione 29/01/2019 10:00:06
L’Argento continua a mostrarsi come una sorta di “emarginato” tra i ... leggi tutto
Oro ed Argento: sono 105 anni che la Fed non prende una decisione giusta…
Materie Prime
La Redazione 22/01/2019 08:00:07
Il 2018 si è rivelato particolarmente duro per coloro che hanno ... leggi tutto
Argento: siamo pronti a correre?
Materie Prime
La Redazione 15/03/2019 10:00:57
L’Argento ha perso quasi il 3% da inizio anno ad oggi, ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli