Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: forze speciali britanniche assaltano Petroliera diretta in Siria
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 04/07/2019 18:00:13
Le forze speciali britanniche hanno assaltato e preso il controllo di una petroliera diretta in Siria con un carico di greggio iraniano

 

Una superpetroliera è stata assaltata a Gibilterra dalle forze speciali inglesi, che ne hanno preso possesso impedendo così la consegna di un carico di greggio iraniano in Siria; l’azione militare è stata condotta in ottemperanza alle sanzioni USA ed UE che gravano sul paese ormai da anni dilaniato dalla guerra.

La petroliera attinta dall’assalto dei reparti speciali britannici è la Grace 1 (2 milioni di barili di greggio di capacità di trasporto) ed attualmente risulta attraccata nei pressi di Gibilterra ed è registrata a Panama (n.d.r.: Gibilterra è un territorio britannico d’oltremare sito nel sud della Spagna che consente di controllare l’omonimo stretto tra Mar Mediterraneo ed Oceano Atlantico).

Il sequestro giunge in un momento quantomeno inopportuno, in quanto potrebbe innalzare la tensione tra Iran ed UE proprio mentre Regno Unito, Francia e Germania stanno facendo carte false per evitare l’allontanamento di Teheran dagli accordi sul nucleare siglati sotto l’amministrazione Obama (gli USA, come ben sappiamo, si sono ritirati dal patto ormai un anno fa e questo ha indotto l’Iran a minacciare un aumento nelle attività di arricchimento dell’Uranio).

La rotta della Grace 1, grafica Bloomberg

Quanto avvenuto avrà pesanti ripercussioni in Siria, per la quale la spedizione era particolarmente importante, ed evidenzia le difficoltà che deve affrontare l’Iran nel reperire clienti per il suo Petrolio a causa delle sanzioni imposte dagli USA. 

“Abbiamo bloccato la nave ed il suo carico - spiega Fabian Picardo, primo ministro di Gibilterra - e l’azione è diretta conseguenza di informazioni che evidenziavano la seria possibilità che la Grace 1 trasportasse greggio in Siria in violazione delle sanzioni contro la nazione”.

 

Canale di Suez

Gibilterra non ha indicato ufficialmente la provenienza del carico, ma i dati di tracciamento elaborati da Bloomberg suggeriscono che l’imbarco del carico è avvenuto nel terminal petrolifero dell’isola di Kharg Island a metà di aprile; dopo aver stazionato per diverse settimane negli Emirati Arabi Uniti, il vascello ha superato l’estremità meridionale dell’Africa transitando presso Cape Town (inizio di giugno) evitando così il percorso più diretto che prevede il passaggio attraverso il Canale di Suez.

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli