Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio, Vitol: i barili russi andranno in Asia e Medio Oriente



La Redazione Articolo pubblicato il 28/09/2022 09:00:00
A partire dal mese di dicembre l’Unione Europea vieterà le importazioni di petrolio russo nel tentativo di privare la Russia di entrate fondamentali come ritorsione per l’invasione dell’Ucraina.

 

Il petrolio russo fluirà in Medio Oriente ed Asia, mentre i raffinati prodotti in queste regioni saranno destinati al mercato occidentale: questo è quanto afferma il CEO di Vitol Group, Russel Hardy, spiegando che si tratta di una reazione del mercato alle sanzioni che gravano su Mosca.

Il conflitto in Ucraina ha reso la sicurezza energetica un elemento chiave nei paesi europei afflitti da una pesantissima inflazione, dalla prospettiva di dover interrompere totalmente le importazioni di greggio russo e dalla riduzione della fornitura di gas da parte della Russia: in questo momento, la sicurezza energetica è al primo posto nell’agenda occidentale, spiega Hardy, i prezzi sono al secondo posto e la sostenibilità al terzi.

Le previsioni indicano che oltre 1 milione di barili giornalieri di greggio statunitense fluiranno in Europa al fine di colmare la carenza di petrolio russo, con la totalità delle materie prime prodotte da Mosca che saranno allocate al di fuori di Europa, Stati Uniti e Regno Unito: “Si guarderà a mercati sempre più lontani - spiega Hardy - e così facendo sarà necessario negoziare degli sconti.  Cominciamo a vederlo con il prodotto diretto ad est, che diversamente sarebbe stato allocato in Europa, e con i raffinati, che scorrono da est ad ovest per coprire la carenza”.

A partire dal mese di dicembre l’Unione Europea vieterà le importazioni di petrolio russo nel tentativo di privare la Russia di entrate fondamentali come ritorsione per l’invasione dell’Ucraina.

Le importazioni di petrolio russo in UE e nel Regno Unito sono scese ad 1,7 milioni di barili giornalieri, nel mese di agosto, contro i 2,6 milioni di barili giornalieri del mese di gennaio, con gli USA che, secondo la IEA, potrebbero presto superare la Russia nel ruolo di principale fornitore di oro nero dell’Unione Europea.

I tagli alla fornitura di gas della Russia hanno messo a dura prova il mercato europeo, con il 60% - 80% della domanda che sarà interessata da prezzi elevati; sempre più necessaria, in questo contesto, l’espansione della rete GNL, attualmente insufficiente a sopperire alle necessità dell’UE. 

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli