Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Petrolio: OPEC pronta ad aprire i rubinetti!



La Redazione Articolo pubblicato il 01/08/2020 10:30:00
“Se i paesi produttori di petrolio non continueranno i tagli coordinati, i prezzi del petrolio potrebbero nuovamente scendere sotto i 40 dollari ed anche a fronte di previsioni che parlano di domanda in ripresa e scorte in calo il ritmo del recupero dei prezzi dovrebbe essere moderato” (Jun Inoue, economista presso Mizuho Research Institute, Tokyo).

 

Il prezzo del petrolio chiude il mese di luglio con un guadagno, ma la partita rimane tutta da giocare, anche perché il Cartello ed i produttori alleati - la cosiddetta OPEC+ - sono ora pronti ad aprire i rubinetti aumentando la fornitura in arrivo a mercato proprio mentre il coronavirus continua ad imperversare in molte grandi economie.

Grafico WTI by Tradingview

I futures hanno invertito la rotta, dopo il calo di giovedì 30 luglio 2020, e nel momento in cui queste righe sono scritte tornano a scambiare al di sopra dei 40 dollari per barile: i tagli alla produzione implementati dalla OPEC+ hanno contribuito a risollevare il prezzo del barile, ma di certo l’aumento dell’offerta OPEC+ giunge in un momento molto delicato, con i dati in arrivo dagli USA, ad esempio, che hanno evidenziato la situazione peggiore - per l’economia - dagli anni ’40 ad oggi evidenziando così l’enorme impatto del virus nel secondo trimestre di quest’anno.

Area 40 dollari si propone come una importante soglia in fase di test, soprattutto ora che la forza del coronavirus mette in forse una rapida e sostenuta ripresa dei consumi che, come sottolinea il CEO di R.D. Shell, Ben van Beurden, potrebbe non palesarsi prima della fine dell’anno.

“I prezzi del petrolio sono in lieve aumento nella sessione finale del mese di luglio, ma non necessariamente questo significa che continueranno su questa strada: si tratta, credo, molto più semplicemente di una correzione dopo il panico di giovedì” (Bjornar Tonhaugen, Rystad Energy).

La OPEC+ prevede di immettere nuovamente a mercato circa 1,5 milioni di barili giornalieri dopo un taglio dell’offerta del 10% nei mesi passati, ed anche i produttori shale statunitensi sono pronti a riavviare le operazioni.

“Se i paesi produttori di petrolio non continueranno i tagli coordinati, i prezzi del petrolio potrebbero nuovamente scendere sotto i 40 dollari ed anche a fronte di previsioni che parlano di domanda in ripresa e scorte in calo il ritmo del recupero dei prezzi dovrebbe essere moderato” (Jun Inoue, economista presso Mizuho Research Institute, Tokyo).

 

Fonte Bloomberg

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli