Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro pronto a muovere: difficile un peggioramento del sentiment



La Redazione Articolo pubblicato il 06/04/2021 15:00:00
Oltre a detenere l'oro, Stoeferle ha affermato che gli investitori dovrebbero guardare al settore minerario: sebbene l'oro non abbia raggiunto i massimi record di agosto, il settore minerario dovrebbe continuare a vedere margini solidi e generare flussi di cassa liberi senza precedenti.

 

I prezzi dell’oro hanno registrato l’inizio anno peggiore in 40 anni, questo è innegabile, tuttavia, un noto gestore ha recentemente affermato che i prezzi del lingotto hanno mostrato una certa resilienza anche a fronte del sentiment ribassista in essere.

In un'intervista telefonica con Kitco News, Ronald-Peter Stoeferle, gestore presso Incrementum AG ed autore del report annuale In Gold We Trust, ha affermato che ora è il momento di considerare l'aggiunta di oro a un portafoglio poiché il sentiment, seppur negativo, difficilmente peggiorerà ulteriormente.

"L'oro sta facendo esattamente quello che dovrebbe fare - spiega Stoeferle -  quando tutti erano preoccupati per la pandemia, non potevano comprare abbastanza oro. Ora che l'economia sta migliorando, tutti lo odiano, nessuno vuole più l’oro in portafoglio e questo significa che siamo vicini al fondo. Da un punto di vista contrarian, l'oro ha un aspetto piuttosto attraente”.

Grafico Oro by Tradingview

Stoeferle ha aggiunto che l’oro si mostra tutto sommato resiliente nonostante il contesto negativo connotato da aumento dei rendimenti obbligazionari e da piazze azionarie toniche: “I prezzi dell’oro hanno subito una correzione - spiega il gestore - ma non ho dubbi sul fatto che sia un mercato rialzista a lungo termine”.

Nella passata settimana i prezzi dell’oro hanno registrato un doppio minimo al di sotto dei 1700 dollari per oncia ed anche in presenza di questo calo, Stoeferle afferma che i margini per i produttori rimangono impressionanti in un contesto complessivo che vede un’ampia probabilità che i tassi reali rimangano bassi nel tempo: “A causa di tutto il denaro che è stato pompato nei mercati finanziari - spiega il gestore - e dei deficit crescenti in tutto il mondo, semplicemente non possiamo permetterci tassi significativamente più alti: il sistema finanziario è ancora troppo fragile per gestire tassi di interesse reali più elevati”.

Stoeferle ha affermato che i mercati azionari, a livelli record, dipendono dalle politiche monetarie estremamente accomodanti della Federal Reserve ed ha aggiunto che esiste il potenziale per una correzione significativa se la banca centrale dovesse ridurre gli acquisti.

Non solo Stoeferle vede la Federal Reserve e altre banche centrali mantenere bassi i tassi di interesse, ma la minaccia di un aumento dell'inflazione significa che i tassi di interesse reali rimarranno anch’essi contenuti, mentre numerose aziende si stanno progressivamente innervosendo a causa del rialzo delle quotazioni delle materie prime.

Oltre a detenere l'oro, Stoeferle ha affermato che gli investitori dovrebbero guardare al settore minerario: sebbene l'oro non abbia raggiunto i massimi record di agosto, il settore minerario dovrebbe continuare a vedere margini solidi e generare flussi di cassa liberi senza precedenti.

 

Fonte KitcoNews

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli