Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro: il target di Morgan Stanley per il 2021
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 18/02/2021 12:00:00
Gli analisti hanno notato che l'aumento dei rendimenti nominali sta facendo aumentare anche i rendimenti reali. Questo ambiente aumenta anche i costi di opportunità dell'oro come risorsa non redditizia.

 

I prezzi dell’oro sembrano intrappolati in un nuovo trading range dell’ampiezza di circa 50 dollari e questo ha fatto si che il sentiment sul metallo prezioso per eccellenza sia divenuto lievemente ribassista.

Gli analisti di Morgan Stanley non mostrano ottimismo sul futuro delle quotazioni del lingotto e prevedono dei prezzi inferiori a 1800 dollari per oncia entro la fine del 2021: la previsione, diffusa ai mercati nella giornata di lunedì 15 febbraio 2021, è stata resa pubblica mentre le quotazioni dell’oro scambiano in un range compreso tra 1800 e 1850 dollari per oncia.

Andrew Sheets, chief strategist presso Morgan Stanley, ha affermato in un recente rapporto che, sebbene si preveda un incremento dell’inflazione nel 2021, questo non sarà sufficiente a sostenere i prezzi dell’oro.

Guarda l’analisi grafica di Enrico Gei

"Gli economisti di Morgan Stanley prevedono che l'inflazione statunitense aumenterà di poco più del 2% nei prossimi due anni. Quindi questo non è certo il tipo di scenario per l'inflazione per cui l'oro sembrerebbe più adatto” (Andrew Sheets).

L'inflazione debole, insieme a un miglioramento delle prospettive economiche, continuerà a pesare sui prezzi dell'oro, ha affermato la banca e Sheets ha sottolineato come i prezzi attuali non siano in grado di rendere l’oro particolarmente attraente agli occhi degli investitori.

“I prezzi dell’oro non hanno slancio e le materie prime in calo tendono a mantenere intatta la tendenza in essere, e, inoltre, i dati economici attuali in miglioramento suggeriscono che l’oro ha sottoperformato altri asset” (Andrew Sheets).

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli