Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Oro, UE: la Commissione propone il divieto alle importazioni dalla Russia



La Redazione Articolo pubblicato il 18/07/2022 12:00:00
"Il pacchetto di oggi - spiega la Commissione in una nota - introdurrà un nuovo divieto di importazione dell'oro russo… e rafforzerà l'allineamento delle sanzioni dell'UE con quelle dei nostri partner del G7. Rafforzerà anche i requisiti di rendicontazione per inasprire il congelamento dei beni…”.

 

La Commissione europea, l'esecutivo dell'UE, ha formalmente proposto un nuovo pacchetto di sanzioni contro Mosca, compreso il divieto di importazione dell'oro russo, e modifiche legali per evitare che le misure attuali ostacolino le spedizioni di generi alimentari.

I funzionari UE non ritengono che il nuovo pacchetto di sanzioni sia in grado di avere un impatto sull’economia russa simile a quelli precedenti che, lo ricordiamo, avevano colpito direttamente il settore finanziario russo insieme a petrolio e carbone.

"Il pacchetto di oggi - spiega la Commissione in una nota - introdurrà un nuovo divieto di importazione dell'oro russo… e rafforzerà l'allineamento delle sanzioni dell'UE con quelle dei nostri partner del G7.  Rafforzerà anche i requisiti di rendicontazione per inasprire il congelamento dei beni…”.

I governi dell'UE devono ora concordare le misure affinché diventino legge, anche se i diplomatici hanno affermato che non sono controverse e che dovrebbero passare facilmente. Gli ambasciatori si incontreranno lunedì e poi mercoledì per una possibile approvazione.

Grafico Oro by Tradingview

Alcune misure potrebbero ancora avere un grave impatto sui settori interessati.  Una fonte ha spiegato ai giornalisti di Reuters che anche le importazioni di oro russo attraverso paesi terzi sarebbero state interessate, ma non ha chiarito come funzionerebbe il meccanismo.  Bruxelles inasprirà anche le sanzioni esistenti, con nuovi limiti alle importazioni da parte della Russia di beni che potrebbero essere utilizzati per scopi militari, compresi prodotti chimici e macchinari.

La Commissione modificherà anche le sanzioni esistenti per assicurarsi che non interrompano le esportazioni russe di cibo e grano.  I paesi africani hanno accusato le sanzioni dell'UE di esacerbare la crisi alimentare in corso, causata principalmente dalla guerra in Ucraina e dal blocco russo dei porti ucraini da dove i cereali vengono solitamente esportati nel mondo, un contesto negato con fermezza dalla UE.  Le modifiche proposte hanno lo scopo di assicurarsi che le regole non siano interpretate erroneamente dai commercianti, incluso il divieto di accesso delle navi russe ai porti dell'UE, ha affermato un funzionario.

Le navi russe che trasportano cibo o medicinali sono già esenti, ma alcuni commercianti hanno evitato il cibo esportato dai porti russi che sono indirettamente di proprietà di società statali russe sanzionate da Bruxelles.  

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli