Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Natural Gas: gli attacchi in Arabia Saudita potrebbero essere una tragedia!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 18/09/2019 12:00:34
Gli attacchi perpetrati ai danni delle infrastrutture petrolifere saudite potrebbero rivelarsi una vera e propria tragedia per il Natural Gas, perché…

 

L’innalzarsi della tensione in Medio Oriente non porterà profitto ai prezzi del natural gas che, al contrario, potrebbero reagire con un calo: questo è quanto afferma Liam Denning dalle colonne di Bloomberg.

La produzione di gas naturale, negli Stati Uniti, ha raggiunto un nuovo record: possiamo festeggiare questo evento? Senza dubbio faremo una gran festa se ci troviamo tra gli acquirenti di questo prodotto, ma i produttori hanno ben poco da festeggiare, in quanto sono letteralmente sommersi dal gas naturale, tanto da bruciarlo con operazioni di flaring che hanno anch’esse, al pari della produzione, raggiunto livelli elevatissimi, con Rystad Energy che parla di 800 milioni di CF giornalieri dati alle fiamme nel solo Permian Basin (in 12 mesi, per intenderci, hanno bruciato abbastanza gas da soddisfare la richiesta residenziale del Texas…).

Nelle ultime 5 settimane i prezzi del natural gas al NYMEX sono aumentati di quasi il 30%, si potrebbe obiettare… Questo è senz’altro vero, ma altrettanto vero è che ci troviamo ancora al di sotto dei 2,7 $/MMBtu.

Di fatto il mercato del natural gas è oppresso dall’eccesso di offerta, ed il ritorno, in grande stile, peraltro, del rischio geopolitico a premiare i prezzi del petrolio di sicuro non migliora il contesto in essere…

Sostanzialmente, una parte significativa della crescita della fornitura di gas statunitense non è affatto correlata alle dinamiche fondamentali - e di prezzo - del prodotto, poiché la maggior parte di questo gas viene estratto insieme al petrolio nella veste di sottoprodotto (il cosiddetto gas associato): i produttori considerano il gas un vero e proprio fastidio, in quanto preferiscono concentrarsi sul petrolio, che non solo offre vantaggi economici, ma anche logistici, poiché risulta più facilmente trasportabile rispetto al gas naturale.

 

Natural gas: prezzi a -4 dollari

Prezzi a -4 dollari… Non si tratta di un refuso: i prezzi potrebbero divenire negativi scendendo proprio a questo livello.  A proporre questo studio, che di fatto vede i produttori pagare i clienti per prendere il gas e portarselo via, è Rusty Braziel (RBN Energy): questi sostiene che se il prezzo del petrolio dovesse stabilizzarsi a 55 dollari per barile, le attività di fracking nel Permian Basin potrebbero essere portate avanti anche con un gas a -4 dollari, e non stiamo parlando di un evento così improbabile, in quanto già nei mesi passati i prezzi del gas in quest’area sono più volte passati in territorio negativo…

Dopo gli attacchi in Arabia Saudita i prezzi del petrolio (WTI) sono balzati al di spora dei 60 dollari, e sempre Braziel ci spiega che a quota 65 dollari il prezzo del gas potrebbe divenire negativo per 8 dollari.

Il rinnovato premio geopolitico per il petrolio è una vera e propria manna dal cielo per i frackers statunitensi, che possono intensificare le operazioni aumentando al tempo stesso i guadagni.

Oltre ad aumentare gli utili delle società, i prezzi del petrolio in forte crescita - i futures in questo caso - consentono ai produttori di “bloccare” i ricavi per il prossimo anno tramite operazioni di copertura.  

Ora i prezzi del greggio riflettono una certa paura a breve termine: stiamo parlando di timori relativi alla fornitura, ad esempio, ma non solo, in quanto si parla anche di possibili ritorsioni contro stati medio orientali, e se questo dovesse accadere, allora la paura si diffonderebbe ancor di più andando a sostenere le quotazioni del barile, gravando, al tempo stesso, sulle quotazioni del gas.

 

A seguire - E se spegnessero l’albero di Natale?


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli