Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Natural Gas: anche l’Arabia Saudita vuole una fetta della torta Shale!
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 24/05/2019 12:00:37
Il boom dello Shale Gas fa gola a tutti, ma proprio a tutti: anche all’Arabia Saudita, che non ci pensa due volte e…

 

La controllata statale saudita Saudi Aramco ha acquisito una partecipazione del 25% nel terminal LNG di Sempra Energy (Texas): l’affare garantisce ai sauditi un valido punto d’appoggio per un massiccio inserimento nel mercato in estrema espansione del commercio globale di LNG (Liquified Natural Gas).

L’accordo, che tra l’atro prevede un contratto ventennale per la fornitura di 5 milioni di tonnellate di Gas proveniente dal terminal in oggetto, costituirà una vera e propria pietra miliare per Aramco, che farà il suo primo ingresso nella produzione al di fuori dell’Arabia Saudita.  La società saudita, grazie all’accordo, potrà scegliere se spedire il Gas in patria o semplicemente commercializzarlo a livello globale.

L’Arabia Saudita, quindi, ha deciso di attingere anch’essa alla Shale Revolution che ha sconvolto il mercato dell’energia statunitense e non solo e, di fatto, si è unita ad una vera e propria orda i esportatori di LNG che hanno fatto lo stesso passo in precedenza al fine di esportare il prodotto praticamente in tutto il mondo, dall’Europa all’America Latina e, perché no, all’Asia.  Il terminal di Sempra Energy oggetto dell’interesse di Aramco è quello di Port Arthur: l’avvio delle operazioni è previsto per il 2023, ed il tutto rientra in oltre una dozzina di progetti in fase di sviluppo, progetti avviati da aziende che tentano in ogni modo di trovare una soluzione per liberarsi con profitto del prodotto in eccesso inserendolo nel mercato internazionale che, dal canto suo, si mostra in rapida espansione (la stessa Sempra sta lavorando a ben cinque progetti diversi).

Se tutto andrà per il meglio ci troveremo di fronte ad uno dei più grandi contratti mai siglati in questo settore: questo il commento di Giles Ferrer (Wood Mackenzie), che spiega come i sauditi siano chiaramente intenzionati a posizionarsi tra i players globali del Gas.

I tecnici di Aramco prevedono una richiesta annuale di LNG in crescita ad un tasso del 4% con un target finale a 500 milioni di tonnellate che sarà raggiunto entro il 2035: tale domanda si attestava a 324 milioni di tonnellate per anno nel corso del 2018.

Il Gas che i sauditi acquisteranno da Sempra verrà prodotto nella “Fase 1” del terminal di Port Arthur, e proprio qui sono intervenuti i sauditi acquisendo il 25% in termini di partecipazione.

“Si tratta di una fornitura di Gas sicura ed a basso costo all’interno di un mercato stabile e regolamentato, e negli Stati Uniti c’è così tanto Gas che i sauditi potrebbero concludere altri affari in loco” (David Hodson, CEO di Blue Pearl Management).

 

Continua nella pagina successiva



Potrebbero interessarti anche...
Natural Gas: vi piace la volatilità estrema? Sfruttatela ora, perché…
Materie Prime
La Redazione 06/02/2019 10:00:36
Vi piace la volatilità estrema dei prezzi del Natural Gas? Se ... leggi tutto
Natural Gas: i prezzi crollano in una terra di nessuno
Materie Prime
La Redazione 18/04/2019 08:00:50
I prezzi del Natural Gas sono ai livelli più bassi degli ... leggi tutto
Natural Gas: alle stelle la domanda negli USA
Materie Prime
La Redazione 01/02/2019 12:00:55
Le condizioni climatiche che attingono gli Stati Uniti spingono la richiesta ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli