Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Mais: continua la fuga dei fondi



La Redazione Articolo pubblicato il 20/07/2021 18:00:00
Le previsioni di venerdì hanno mostrato che condizioni più calde e più secche erano probabili per molti stati nelle prossime due settimane, in particolare in quelli che già versano in condizioni non ottimali.

 

Le previsioni indicano un protrarsi della siccità negli USA e questo ha alimentato una significativa incertezza in merito al raccolto di mais a stelle e strisce tradottasi in un aumento dei prezzi del prodotto nel corso della passata settimana ma, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è stato sufficiente a porre fine alla tornata di vendite attuata dai fondi ormai da ben tre mesi.

I futures del mais più attivi sono aumentati in modo frazionario nella settimana terminata il 13 luglio, con i guadagni concentrati negli ultimi due giorni della settimana in oggetto e, secondo i dati comunicati dalla U.S. Commodity Futures Trading Commission (CFTC) i gestori hanno ridotto la loro net long position in futures e opzioni sul mais a 208799 contratti dai 219371 della settimana precedente.

Grafico Mais by Tradingview

Il posizionamento dei gestori si propone come “il meno ottimista” da ottobre, con le posizioni long che avevano raggiunto un record all’inizio dell’anno mentre, attualmente, si attestano a ridosso della media di periodo; prudente il posizionamento short che, tuttavia, si mostra a livelli elevati rispetto agli ultimi mesi.

Gli speculatori, in genere, non acquistano mais alla fine di luglio, tranne quando il raccolto statunitense sembra peggiorare ulteriormente, come accadde nel 2010, 2011 e 2012. Le piogge recenti sono state abbondanti nelle aree chiave della Corn Belt, ma le condizioni nel nord e ad ovest sono tali da destare preoccupazione.

Le previsioni di venerdì hanno mostrato che condizioni più calde e più secche erano probabili per molti stati nelle prossime due settimane, in particolare in quelli che già versano in condizioni non ottimali.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli