Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Lem Commodities: un'idea di trading sul Natural Gas



Lorenzo Paloscia Articolo pubblicato il 07/05/2014 17:40:38
Oltre alle solite previsioni sulle scorte settimanali, gli esperti di Lem Commodities questa settimana ci danno anche uno spunto operativo in spread trading sul Gas Naturale.

Anche la settimana scorsa conclusasi il 2 Maggio ha visto temperature sotto la media per gran parte del CONUS (Coterminous Usa), ovvero l’area che comprende i 48 stati del continente nordamericano esclusa l’Alaska. I gradi giorno (86), espressione della necessità di accendere il riscaldamento e della necessità di accendere l’area condizionata, sono infatti risultati superiori alla media dei 5 anni precedenti (72) e superiori a quelli dello scorso anno (63). I modelli di regressione puntano pertanto verso una iniezione inferiore a quella dello scorso anno (81) e inferiore a quella della media a 5 anni (72).

L’offerta settimanale e’ stata in aumento grazie soprattutto all’import dal Canada che ha più che superato l’export verso il Messico. La domanda non legata al meteo continua ad essere forte anche perché siamo nella fase stagionale di manutenzione delle centrali nucleari.

La previsione di LEM Commodities è di 68bcf. Se questo si verificasse saremmo ancora in una  situazione piuttosto tirata per raggiungere i fatidici 3.5TCF per fine Novembre.

Secondo i modelli di LEM Commodities dovremmo concludere la stagione delle iniezioni a 3.478bcf. Questo risultato e’ ottenuto assumendo un meteo “normale” e un bilancio domanda/offerta di 3bcf/giorno più allentato rispetto alla media dei 5 anni precedenti. Come detto più volte 3.5TCF è considerato il livello minimo di comfort per superare indenni l’inverno.

Infine, ispirato dagli ottimi articoli di Aldo Ierna esperto di spread trading, vi lascio con il grafico dello spread V-F, ovvero Ottobre ’13 – Gennaio ’14. Questo spread e’ molto liquido in quanto rappresenta la fine della stagione delle iniezioni contro l’inverno. Al momento si trova in area -200, ovvero esiste un premio di soli 20 centesimi di F su V. Storicamente questo spread è molto più in basso sia in termini assoluti che in termini percentuali. Un valore così elevato ci segnala che il mercato si aspetta che il prezzo del gas naturale sia offerto con decisione fino ad Ottobre. Per chi è un contrarian questo livello potrebbe essere interessante per entrare short, ovvero vendere V e comprare F. Questo spread tenderà a scendere se le iniezioni dovessero cominciare ad arrivare più ampie del previsto, segnalando che il bilancio domanda e offerta si sta ulteriormente allentando, mentre potrebbe salire ulteriormente nel caso contrario. Attenzione che trattandosi di un bear spread il rischio e’ “teoricamente” illimitato. 


Natural gas spread



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio: il Texas sta diventando un problema mondiale
Materie Prime
La Redazione 19/02/2021 18:00:00
Nel mentre la OPEC+ deve ancora decidere la strategia di mercato ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli