Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Il Consiglio Nazionale del Caffè sottolinea la coerenza del CONAB nella diffusione dei dati



La Redazione Articolo pubblicato il 10/01/2023 09:00:00
“Il nostro obiettivo è difendere gli interessi del produttore. Il CNC non opera nel mercato, né stima il raccolto. Siamo però sempre attenti alle informazioni trasmesse che possono generare speculazioni, che danneggiano il coltivatore di caffè”.

 

La produzione di caffè in Brasile chiude il raccolto 2022 con un volume di 50,92 milioni di sacchi di caffè lavorato, il 6,7% in più rispetto al raccolto 2021: questo è quanto affermano i tecnici del CONAB; rispetto al 2021 si evince un calo produttivo di circa 12 milioni di tonnellate imputabile alle condizioni climatiche avverse.

Per quanto riguarda la superficie destinata alla coltivazione nazionale del caffè nel 2022, si conferma un totale di 2,2 milioni di ettari, con 1,8 milioni di ettari di colture in produzione, con una crescita dell'1,8% rispetto al raccolto 2021, e 400600 ettari di superficie in formazione, che si traduce in un aumento dello 0,6% della superficie totale coltivata rispetto al raccolto precedente. Delle colture in produzione si stima che 1,5 milioni di ettari siano stati dedicati al caffè arabica e 389 mila ettari al caffè robusta.

Secondo l'indagine CONAB, anche la produzione ha confermato un aumento per entrambe le specie. Il volume della varietà Arabica è di 32,7 milioni di sacchi, in aumento del 4,1% rispetto al raccolto precedente, mentre la produzione di robusta è di 18,1 milioni di sacchi di caffè lavorato, l'11,7% in più rispetto alla scorsa stagione.

 

Analisi del Consiglio Nazionale del Caffè

Il Consiglio Nazionale del Caffè (CNC) ha analizzato i dati pubblicati e ribadisce il suo accordo con i numeri presentati: “Come rappresentanti della produzione di caffè, siamo sempre attenti a valutare le informazioni, in particolare la produzione e l'inventario, poiché questi dati hanno un impatto diretto sui prezzi di mercato. Ancora una volta, riteniamo che i numeri del 4° sondaggio sul raccolto siano molto coerenti. Il CONAB rimane molto vicino alla realtà”.

Un altro dato importante è quello sugli ettari dedicati al caffè in formazione: in queste piantagioni di caffè, molte piante stanno già producendo il loro secondo o terzo raccolto, contribuendo all'aumento del volume di produzione globale: “Questa analisi è fondamentale, poiché la maggior parte del circa 18% delle colture in formazione sta producendo e dovrebbe contribuire ad aumentare, anche se in modo lieve, il numero di sacchi prodotti nel raccolto in corso”.  

Secondo Silas Brasileiro, il Consiglio Nazionale del Caffè agisce con molta cura e non entra nel merito del mercato, né della stima del raccolto: “Il nostro obiettivo è difendere gli interessi del produttore. Il CNC non opera nel mercato, né stima il raccolto. Siamo però sempre attenti alle informazioni trasmesse che possono generare speculazioni, che danneggiano il coltivatore di caffè”.

Sempre secondo il presidente dell'ente, l'indagine CONAB è la più vicina alla realtà: “Negli ultimi tre anni abbiamo prodotto una media di 53,5 milioni di sacchi all’anno, in Brasile. Stimiamo che avremo almeno una ripetizione di questa media nella stagione 2022/2023. Teniamo a elogiare tutto lo zelo del CONAB, la dedizione del team tecnico dell'azienda e la leadership del Dr. Guilherme Ribeiro, che sta affrontando con grande professionalità un tema così delicato”.

 

Fonte CafePoint

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli