Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Gas: i prezzi alle stelle favoriscono i concorrenti
(Pag. 1)



La Redazione Articolo pubblicato il 19/01/2021 12:00:00
La International Energy Agency ha recentemente affermato che la richiesta di carbone è destinata a salire del 2,6% nel 2021 dopo il crollo dell’anno passato causato dalla pandemia di coronavirus.

 

Temperature gelide e prezzo del gas in forte aumento: questo il mix che costituisce la tempesta perfetta che ha sostenuto il ritorno della domanda di carbone a fini di generazione di energia, un evento che ricorda ai consumatori che l’appeal di questo vecchio combustibile non svanirà troppo velocemente…

In questo momento il clima dell’emisfero settentrionale ha posto nuovamente l’accento sulla forza del carbone e questo nonostante la tendenza dei governi ad una decarbonizzazione sempre più necessaria al fine di favorire il raggiungimento dei rispettivi obiettivi in termini di lotta al cambiamento climatico.

In Asia il freddo ed i problemi nel reperire la fornitura di LNG (Liquified Natural Gas) hanno fatto lievitare i costi, spingendo al rialzo i prezzi del gas negli Stati Uniti e in Europa, e questo può essere senza dubbio un elemento in grado di indurre i produttori di energia ad abbandonare il gas in favore del carbone, con i prezzi del prodotto australiano che registrano un aumento del 25% rispetto all’anno passato e con i futures europei per il 2022 in aumento del 20%.

Grafico Reuters

L’attuale vantaggio di cui gode il carbone potrebbe non essere destinato a durare e, in particolare, potrebbe venir meno quando i prezzi dell’LNG torneranno a scendere in occasione di un aumento delle temperature, ma questo non scoraggia le società: il Giappone, ad esempio, sta effettuando il lancio di centrali dotate di una maggiore efficienza, soprattutto ora che il disastro nucleare di Fukushima ha fortemente abbattuto la produzione di energia nazionale.

Grafico Reuters

La International Energy Agency ha recentemente affermato che la richiesta di carbone è destinata a salire del 2,6% nel 2021 dopo il crollo dell’anno passato causato dalla pandemia di coronavirus.

“Il carbone si sta mostrando altamente resiliente e mentre alcuni paesi si stanno adoperando per allontanarsi da questo prodotto la generazione di elettricità complessiva dell’Asia è pronta ad aumentare nei prossimi anni; la mancanza di energia elettrica ed i prezzi spot del gas estremamente elevati nel corso di questo inverno stanno ricordando ad imprese e consumatori l’importanza del carbone.” (Alex Whitworth, responsabile ricerca presso la società di consulenza Wood Mackenzie).

 

Continua nella pagina successiva


Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli