Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


FMI: se si ferma il gas russo in Italia sarà recessione profonda



La Redazione Articolo pubblicato il 20/07/2022 12:00:00
I ricercatori del FMI hanno affermato che le infrastrutture europee e l'approvvigionamento globale hanno resistito finora, con un calo del 60% delle forniture di gas russe da giugno 2021

 

Un embargo russo sul gas naturale causerebbe profonde recessioni in Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca e Italia a meno che i paesi non possano cooperare maggiormente per condividere forniture alternative: questo è quanto afferma l’FMI (Fondo Monetario Internazionale), i cui ricercatori hanno spiegato che alcuni paesi potrebbero essere costretti ad affrontare una carenza di gas fino al 40% del normale consumo nel caso in cui la fornitura di gas naturale in arrivo dalla Russia dovesse essere interrotta del tutto.

La nazione più colpita economicamente sarebbe l’Ungheria, con una riduzione di oltre il 6% del prodotto interno lordo, mentre Slovacchia, Repubblica Ceca e Italia potrebbero vedere il PIL ridursi del 5% nel caso in cui alle forniture alternative di gas, compreso il gas naturale liquefatto, fosse impedito di fluire liberamente dove necessario.

Grafico con fonte FMI

Nello scenario più ottimista di un mercato pienamente integrato, il danno economico si riduce, con l'Ungheria che vede una riduzione del PIL di oltre il 3%, Slovacchia e Italia che subiscono una riduzione del PIL di oltre il 2% e il PIL della Repubblica Ceca che si riduce di meno del 2%.

Nello scenario peggiore il PIL della Germania subirebbe una contrazione del 2% e di poco più dell’1% nello scenario migliore a causa del migliore accesso a fonti energetiche alternative ed a causa di una maggior capacità di ridurre i consumi, ma l'attività economica tedesca potrebbe essere ridotta del 2,7% nel 2023, con l'aumento dei prezzi del gas all'ingrosso che spingerà l'inflazione tedesca al rialzo di altri 2 punti percentuali nel 2022 e nel 2023.

I ricercatori del FMI hanno affermato che le infrastrutture europee e l'approvvigionamento globale hanno resistito finora, con un calo del 60% delle forniture di gas russe da giugno 2021. Il consumo totale di gas nel primo trimestre, durante il quale la Russia ha lanciato la sua invasione dell'Ucraina, innescando sanzioni economiche occidentali, è stato in calo del 9% rispetto all'anno precedente e si stanno sfruttando forniture alternative, in particolare GNL dai mercati globali: “Il nostro lavoro suggerisce che una riduzione fino al 70% del gas russo potrebbe essere gestita a breve termine accedendo a forniture e fonti energetiche alternative complice un calo della domanda imputabile ai prezzi elevati”.

 

Fonte Reuters

Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Report
Rispetto a chi fornisce i soliti "segnali di trading", CommoditiesTrading è l'unica ad offrirti un servizio unico e molto vantaggioso: IL COMMODITY ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli