Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


ENI: in Egitto si brinda alla vittoria



Gabriele Picello Articolo pubblicato il 31/08/2015 11:00:42


La scoperta di ENI è di quelle destinate a far parlare a lungo tempo: l’azienda ha infatti scoperto un enorme giacimento di Gas Naturale al largo delle coste egiziane.

 

Il giacimento si trova in acque profonde nello Zohr Prospect (Shorouk block) e si stima possa contenere 30 trilioni di piedi cubi di prodotto. L’evento - confermato dalle autorità egiziane - conferma la validità della strategia esplorativa messa in campo dai tecnici del gruppo ENI, strategia che consiste nel sondare aree definite “mature”.

 

 

 

L’Egitto ha ancora un grande potenziale - dice Claudio Descalzi, CEO del gruppo - e questa storica scoperta è destinata a trasformare il settore energetico egiziano”.

 

Le compagnie impegnate nel settore energetico (Petrolio e Gas Naturale) sono costantemente alla ricerca di nuove risorse in quanto stiamo assistendo ad un progressivo impoverimento dei giacimenti esistenti.

 

 

 

La domanda proveniente dall’Egitto si presenta in continuo aumento ed il nuovo giacimento contribuirà alle necessità del paese per i prossimi decenni.

 

Export

 

Una scoperta di queste dimensioni - dice Robin Mills, Manaar Energy Consulting - dovrebbe essere sufficiente a coprire buona parte del gap energetico dell’Egitto. Dapprima dovranno essere soddisfatte le necessità interne e poi si potrà mettere a punto un piano per eventuali esportazioni. La situazione attuale avrà ripercussioni anche sullo stato di Israele il quale sarà costretto a rivedere i piani di vendita del prodotto verso l’Egitto”.

 

A risentire della scoperta potrebbero essere alcune ditte israeliane tra cui Noble Energy Inc, impegnata nello sviluppo di impianti di estrazione in Israele e sostenitrice della necessità di esportare prodotto proprio verso l’Egitto; condizione simile per Delek Group e Tamar che hanno già firmato contratti specifici con le autorità egiziane.

 

 

 

I tempi operativi sono in ogni caso molto estesi e si ritiene necessario un periodo di sviluppo di circa quattro anni prima di assistere all’avvio vero e proprio delle attività estrattive nel blocco di Shorouk.

 

ENI

 

L’Egitto è il primo paese straniero nel quale la ditta ENI si è espansa partendo dalla nazione natia: l’Italia.

 

La società produce già Gas Naturale in Egitto ed è partner in un’impresa che opera nella liquefazione del Gas Naturale sita a Damietta, sulla costa del Mediterraneo.

 

Descalzi, divenuto amministratore delegato circa un anno fa, ha incontrato il presidente egiziano Abdel-Fattah El-Sisi nella giornata di sabato con la precisa intenzione di discutere i dettagli ed i possibili sviluppi derivanti dalla scoperta effettuata.

 

Descalzi non è nuovo alle scoperte di giacimenti ed ha già portato la ENI a scoprire il giacimento Mamba, in Mozambico, dove la ditta può beneficiare di un bacino della capacità di ben 75 trilioni di piedi cubi di Gas Naturale.

 



Potrebbero interessarti anche...
Petrolio. Eni firma storico accordo con gli Emirati
Materie Prime
La Redazione 14/03/2018 14:00:05
ENI firma uno storico accordo con la controllata statale degli Emirati ... leggi tutto
Caffè: il Brasile non ha più freni
Materie Prime
La Redazione 22/05/2018 10:00:07
Il report USDA sulla produzione ci Caffè del Brasile vede gli ... leggi tutto
Zucchero, India: il governo è pronto ad intervenire
Materie Prime
La Redazione 07/06/2018 19:00:35
L'India è pronta ad annunciare misure di sostegno atte a ridurre ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Group Srl ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli