Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report numero 217
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 23/03/2020 10:58:51


Esattamente sette giorni fa, aprivo il Commodity Report con queste parole: “Mentre in Cina i contagi da coronavirus  sono in sensibile diminuzione, nel resto del mondo si fa fatica a capire che serve uno stop totale e rigido alla circolazione delle persone per far sì che i contagi smettano di avere una crescita esponenziale. Dopo l’Italia è la volta degli altri Stati Europei (che stanno iniziando ad attuare le chiusure), del Regno Unito (che invece sembra aver scelto la strada dell’immunizzazione da contagio), e degli Stati Uniti, dove il virus è arrivato iniziando a mietere vittime”. Lo scenario si è svoluto esattamente così come era facile prevedere, con l’emergenza allargata nel resto dell’Europa e con un numero di morti esponenziale da contare anche negli Stati Uniti. Era difficile? No, facilissimo, bastava un po’ di buon senso. Eppure tutti, ma proprio tutti gli Stati in occidente, hanno dapprima sottovalutato il problema, correndo ai ripari in modo tardivo solo successivamente. 

Gli scenari globali ipotizzabili a questo punto sono a mio parere due: 

  1. La pandemia continua a divampare ed allargarsi, le autorità bloccano il 90% le attività produttive di beni e servizi (come sembra aver deciso di fare il governo italiano da adesso), provocando un collasso del PIL e una depressione in stile 29, con tutte le conseguenze del caso. I decessi stimati secondo alcuni studi sarebbero circa 250.000 in UK e 1.000.000 in USA, il prodotto interno lordo scenderebbe di oltre il 10% nella periferia d’Europa e un po’ meno in Germania e USA. in uno scenario di questo tipo, l’enorme massa di denaro immessa dalle banche centrali nel sistema bancario e direttamente nell’economia, favorirebbe dei rimbalzi imponenti dei mercati, che resterebbero tuttavia estremamente volatili e non riuscirebbero a risalire la china se non dopo molti mesi. Protagonista continuerebbe ad essere il dollaro (valuta di riserva internazionale), mentre le borse e tutti i comparti delle materie prime continuerebbero a restare schiacciati dalla mancanza quasi totale di domanda e di fiducia.Neanche l’oro riuscirebbe a risalire, continuando in una movimento oscillatorio e volatile. 
  2. La pandemia si allarga ancora ma in Europa, UK ed USA tocca il suo picco entro un mese e poi inizia velocemente a declinare, come successo in Asia, permettendo alla enorme liquidità iniettata di provocare gli effetti per cui è stata stanziata. Le borse compirebbero una giravolta a V, spinte da acquisti isterici e anche le commodity risalirebbero dai minimi. L’oro tornerebbe protagonista, insieme alle valute più vendute prima del picco di sfiducia. 

Naturalmente si tratta di scenari potenziali, che non è detto si verifichino precisamente e nettamente in questo modo, ma rendono l’idea che tutto dipenda in definitiva dallo sviluppo delle questione sanitaria e dalla sua risoluzione. 

Andando per un attimo ad esaminare la situazione interna all’Italia, Nazione dove vivo, un primo interrogativo riguarda sia i contagi che i decessi: come mai sembrano essere proporzionalmente superiori a quelli della Cina e degli altri Paesi orientali che hanno affrontato prima di noi la crisi e in gran parte sembrano esserne usciti? La risposta può risiedere nel ritardo con cui si è affrontato il problema ma anche nel fatto che il nostro sistema sanitario, decimato da anni e anni di tagli, nel nome dell’austerità e del vincolo esterno a tutti i costi, non è preparato per uno shock di tali proporzioni. Un altro fattore di grande preoccupazione è la mancanza di dotazioni per medici e presìdi sanitari. Le mascherine non si trovano e i tamponi non sono sufficienti. Se potessimo avere materiale di protezione a sufficienza e tamponi per tutti, potremmo scovare gli asintomatici e ridurre di moltissimo il rischio di contagio inconsapevole, che oggi rappresenta il pericolo più grande, aldilà delle pratiche giuste di distanziamento sociale.

 

Ecco il calendario dei principali dati, eventi macro e delle scadenze della settimana:

 

03/23/20   2:00 PM CDT - Cold Storage 

 

  03/24/20   9:00 AM CDT - New Home Sales(Feb) 

                      3:30 PM CDT - API Energy Stocks 

 

           FN:  Apr Crude Lt(NYM) 

 

  03/25/20   6:00 AM CDT - MBA Mortgage Index 

                      7:30 AM CDT - Durable Goods-Ex Transportation(Feb) 

                      7:30 AM CDT - Durable Orders(Feb) 

                      8:00 AM CDT - FHFA Housing Price Index(Mar) 

                      9:30 AM CDT - EIA Petroleum Status Report 

                      2:00 PM CDT - Dairy Products Sales 

 

  03/26/20   7:30 AM CDT - USDA Weekly Export Sales 

                      7:30 AM CDT - Initial Claims-Weekly

                      7:30 AM CDT - Adv Intl Trade In Goods(Feb) 

                      7:30 AM CDT - Adv Retail Inventories(Feb) 

                      7:30 AM CDT - Adv Wholesale Inventories(Feb) 

                      7:30 AM CDT - GDP-Third Estimate(Q4) 

                      7:30 AM CDT - GDP Deflator-Third Estimate(Q4) 

                      9:30 AM CDT - EIA Natural Gas Report 

                      2:00 PM CDT - Hogs & Pigs 

                      3:30 PM CDT - Money Supply 

 

           LT:  Mar Feeder Cattle(CME) 

                 Mar Feeder Cattle Options(CME) 

                 Apr Gold & Silver Options(CMX) 

                 Apr Copper Options(CMX) 

                 Apr Natural Gas Options(NYM) 

                 Apr RBOB & ULSD Options(NYM) 

 

 

  03/27/20   7:30 AM CDT - PCE Prices & Core(Feb) 

                      7:30 AM CDT - Personal Income & Spending(Feb) 

                      9:00 AM CDT - Univ of Mich Consumer Sentiment-Final(Mar) 

 

           LT:  Mar Bitcoin(CME) 

                 Mar Copper(CMX) 

                 Mar Gold & Silver(CMX) 

                 Mar Platinum & Palladium(NYM) 

                 Apr Natural Gas(NYM) 

                 Apr 2,5,10 Year Notes Options(CBT) 

                 Apr Bonds Options(CBT) 

                 Apr Canola Options(CBT) 

                 Apr Wheat Options(CBT) 

                 Apr Corn Options(CBT) 

                 Apr Oats Options(CBT) 

                 Apr Rough Rice Options(CBT) 

                 Apr Soybeans,Soymeal,Soyoil Options(CBT) 

S&P-500

FIB

Eur Usd

Dollar Incdex

BTP

British Pound



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report numero 211
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 03/02/2020 09:49:10
Il focus degli operatori di mercato è attualmente sull’impatto che il ... leggi tutto
Commodity Report numero 212
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 17/02/2020 10:23:55
A breve saremo probabilmente ad un bivio per l’impatto che il ... leggi tutto
Commodity Report numero 207
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 06/01/2020 12:01:27
Se confrontiamo l’inizio del 2019, con quello del 2020, ci troviamo ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli