Benvenuti su Commodities Trading
Vai alla tua area riservata   Accedi | Hai dimenticato la password?
Il primo portale italiano per il trading sulle materie prime

spread trading | segnali operativi | opzioni su materie prime | corsi di trading


Commodity Report del 7 gennaio 2019
(Pag. 1)



Giancarlo Dall'Aglio Articolo pubblicato il 07/01/2019 10:30:58


L’attenzione degli operatori di mercato, in questa fase, è ormai concentrata sui dati macro, in funzione di ciò che la Fed dedurrà per procedere alle prossime decisioni di politica monetaria. I mercati non hanno gradito l’ultimo aumento dei tassi in dicembre, e lo hanno ampiamente dimostrato vendendo azioni e bonds, tanto che, in alcune sedute, i recuperi dell’ultima ora di contrattazione mi hanno fatto pensare all’intervento del famigerato PPT, acronimo di Protection Plunge Team, conglomerato di market maker che fanno capo alle principali banche d’affari, che entra in gioco su istruzioni della Fed nei momenti più critici per le borse USA. 

I dati macro, durante la scorsa settimana non sono sembrati granché, a cominciare dall’ISM, ma poi venerdì, il dato mensile sul lavoro ha evidenziato un aumento sensibile degli occupati non agricoli, anche se il tasso di disoccupazione è risultato in aumento. Alcuni commentatori tuttavia, dopo una prima lettura, hanno fornito una visione ottimistica del dato stesso, motivando l’aumento del tasso di disoccupazione con una nuova maggiore partecipazione alla ricerca di un posto di lavoro, anche da parte di chi aveva abbandonato tutte le speranze in passato. Di sicuro, la fase di incertezza non può considerarsi alle spalle, nonostante la buona performance degli ultime sedute della settimana per l’S&P-500 e gli altri indici, che ha favorito le ricoperture anche sui mercati europei. 

S&P-500

Ftse Mib

Dollar Index

Eur Usd

BTP

Nel brevissimo l’attenzione sarà rivolta alla risoluzione dello shutdown (nonostante le dichiarazioni di Trump che minaccia di portare avanti il blocco della spesa per lungo periodo in caso di prosecuzione del “muro contro muro” tra repubblicani e democratici tra camera e senato e ai risultati dell’incontro previsto tra i rappresentanti di USA e Cina, previsto per l’inizio di questa settimana. I risultati dell’implementazione delle tariffe doganali non hanno portato buoni risultati negli ultimi mesi. L’indebolimento dell’economia cinese, che ormai fatica a reggere i ritmi di crescita dell’ultimo decennio, danneggia anche gli USA;  lo dimostrano i risultati di Apple, che ha lanciato un profit warning per i prossimi trimestri, proprio a causa di un forte rallentamento delle vendite  dei propri prodotti in Cina. Gli operatori quindi, a maggior ragione seguiranno con grande attenzione gli sviluppi del confronto, con l’aspettativa che si vada anche oltre l’annunciata tregua di tre mesi sul possibile aumento ulteriore dei dazi. 



Potrebbero interessarti anche...
Commodity Report del 28 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 28/01/2019 11:17:15
Le questioni geopolitiche continuano a tenere banco nel panorama mondiale, condizionando ... leggi tutto
Commodity Report del 16 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 16/01/2019 10:54:10
I dati mensili sul lavoro USA pubblicati ad inizio gennaio, hanno ... leggi tutto
Commodity Report del 21 gennaio 2019
Commodity Report
Giancarlo Dall'Aglio 21/01/2019 11:12:27
Il forte recupero delle quotazioni di borsa delle ultime tre settimane, ... leggi tutto
Abbonamenti
per i segnali operativi
Commodity Trading
Il servizio “Commodity trading” di Aldo Ierna, consiste in segnali operativi emessi principalmente su Materie Prime e basati su due metodologie ... leggi tutto

Commodity Report
Commodity Report è un servizio a cadenza settimanale basato sull’analisi indipendente dei principali mercati finanziari. Giancarlo Dall’Aglio pone l’attenzione sul focus ... leggi tutto

Gann Commodity Trading
Gann Commodity è una newsletter a cadenza settimanale che propone ai lettori un’operatività basata su precisi set up calcolati con ... leggi tutto

Questo sito non costituisce un’offerta o un impegno o un consiglio od una raccomandazione per l’acquisto di valori mobiliari. Le informazioni contenute in questo sito sono puramente indicative. In nessun caso COMMODITIES TRADING è responsabile dei danni che possono derivare dall’uso delle informazioni contenute in questo sito.

Le performance passate hanno molte limitazioni. Nessuna informazione nel sito vuol fare intendere che in futuro si potranno ottenere gli stessi profitti o perdite potenziali. Risultati completamente differenti da quelli presentati possono derivare ad esempio da modifiche strutturali del mercato, movimenti puntuali esplosivi e incontrollati del mercato, errori di sovradattamento del sistema ai dati. Le performance passate non sono indicazione né garanzia di performance future.

Il trading nei Futures è un’attività di investimento ad alto rischio per la quale è possibile perdere anche più del capitale depositato sul conto di trading. Entrando in questo sito si conferma di essere consapevoli dei rischi associati all’investimento in Futures.

La legge di riferimento per le informazioni contenute in questo sito è quella italiana. Eventuali persone che intendono utilizzare i nostri software dovranno verificare in autonomia e sotto la propria responsabilità le norme locali.
Tutti i diritti sono riservati © COMMODITIESTRADING ( è una divisione di Trading Media Company SRL ) - Sito web realizzato da NapoliWeb S.r.l. | Web Agency Napoli